Articoli HPSanità

Servono più posti letto: gli ospedali di Torino corrono ai ripari

930
Tempo di lettura: 2 minuti

Potenziamento dei posti letto in tutti gli ospedali della Città della Salute di Torino, mentre il bando per gli infermieri solleva le polemiche dei sindacati

Dopo le prime due settimane di zona rossa, arrivano i primi segnali di rallentamento sul fronte dei ricoveri anche per gli ospedali piemontesi.

Nella giornata di ieri infatti, 2 pazienti si sono aggiunti ai 347 attualmente ricoverati in terapia intensiva.

Mentre gli altri reparti segnano un +36 a fronte dei 3.572 ricoveri del momento.

Dati che fanno ben sperare, ma negli ospedali di tutto il Piemonte la pressione rimane ancora alta.

La Città della Salute di Torino non fa eccezione.

Per questa ragione infatti i policlinici del capoluogo hanno avviato per l’ennesima volta nuove misure di potenziamento dei reparti Covid, in modo da scongiurare la saturazione delle strutture.

A partire proprio dalla Molinette, che al fine di rafforzare la risposta alla domanda crescente di ricoveri nell’area emergenze, ha reso necessarie diverse operazioni.

In primo luogo l’incremento dei posti letto presso il reparto Covid 2, seguito poi dalla conversione del reparto Covid 6 grigio, con sospetti positivi, in reparto Covid a tutti gli effetti.

Infine anche l’attivazione del reparto Covid 5 grigio presso l’oncologia medica 1.

Ciò nonostante, tutte queste conversioni non possono che dare luogo a un effetto a catena.

Diminuzione dei posti letto nei reparti di anestesia e rianimazione 2, con la seguente attivazione di posti di terapia intensiva presso in chirurgia generale 2U.

Trasferimento del reparto di oncologia medica 2, endocrinologia oncologica universitaria e radioterapia universitaria.

Parliamo di un vero e proprio effetto domino che lentamente sta trasformando il principale degli ospedali di Torino: infatti, con l’aumento dei posti letto, le Molinette sta diventando a tutti gli effetti una struttura Covid.

Tuttavia non si tratta di un caso isolato

Sempre ieri l’ospedale Humanitas-Gradenigo ha comunicato l’avviamento di un terzo reparto di degenza Covid.

Pertanto i posti letto messi a disposizione del presidio sanitario di corso Regina Margherita adesso saliranno a 70.

Appare evidente in questo momento come la terza ondata stia impegnando tanto le strutture pubbliche quanto quelle private, il logoramento del personale ormai è inevitabile e il Comune avvia i primi provvedimenti.

Ciò nonostante, il nuovo bando di richiamo per infermieri solleva le polemiche del Nursind (il sindacato degli infermieri) che a gran voce invoca alla presa in considerazione delle graduatorie, dove ci sono centinai di infermieri.

La situazione ovviamente non esclude i pronto soccorso di Torino, che però mostrano una situazione eterogenea.

Se nel tardo pomeriggio di ieri gli accessi al pronto delle Molinette erano stati solo 5, al Maria Vittoria e al Mauriziano se ne contavano rispettivamente 14 e 40, di cui il 50% da ricoverare.

930

Related Articles

930
Back to top button
Close
Close