ArteArticoli HP

Un Andy Warhol all’asta per sostenere le ricercatrici di Venaria

658
Tempo di lettura: < 1 minuto

Le ricercatrici di Venaria trovano in Andy Warhol un curioso partner per andare avanti nella ricerca: l’opera Flowers verrà messa all’asta per salvaguardare i lavoratori.

La Unicredit Foundation metterà all’asta il prezioso cimelio per sostenere i contratti dei lavoratori del centro conservazione e restauro dell Venaria Reale.

Tre ricercatrice neolaureate in scienze e beni culturali manterranno il loro posto di lavoro grazie ai proventi della vendita di alcune opere d’arte.

Infatti, Unicredit dispone di un grande patrimonio culturale e artistico, circa 60 mila opere e beni in tutta Europa, decidendo di donare alcuni per tutelare la cultura.

Le tre studiose potranno così dedicarsi alla ricerca su delle importanti opere al Museo Egizio di Torino.

Andy Warhol all’asta per le ricercatrici di Venaria: i dettagli

Andy Warhol è uno degli artisti più rilevanti della scena Pop Art statunitense, sicuramente il più famoso.

Tra le sue opere più celebri figurano oggetti del nostro vissuto quotidiano, come i barattoli zuppa Campbell.

Unicredit ha scelto, malgrado il valore dell’opera, di mettere all’asta Flowers, un’opera che Warhol ha creato nel 1964.

L’opera rappresenta l’essenzialità dell’artista, unita ai suoi colori vivi tipici dell’eclettico pittore.

La scelta viene dalla volontà del gruppo di aiutare il preservamento della cultura, e la vendita all’asta viene mossa attraverso il canale Christie’s.

Il gruppo Unicredit, attraverso la sua fondazione, aiuta in maniera diretta e indiretta artisti e il conservamento del patrimonio culturale.

Il gruppo bancario metterà in vendita, inoltre, anche un Gerard Richter, Walter Dexel, Enrico Castellani e un Nan June Paik.

Le opere aiuteranno le ricercatrici a mantenere, tra le altre alcune opere di rilievo del Museo Egizio di Torino.

La borsa di studio permetterà a una delle tre di preservare e restaurare alcuni tratti delle mummie presenti nella galleria, mentre le altre dottorande si occuperanno di mantenere intatto il patrimonio delle opere di Venaria Reale.

658

Related Articles

658
Back to top button
Close
Close