ArteArticoli HP

Il museo Egizio e Cinema pronti alla riapertura anche per due giorni

1935
Renault Clio Autovip
Tempo di lettura: < 1 minuto

La scadenza del DCPM, programmata per venerdì, porta i musei a riflettere sulla riapertura, specie per il museo Egizio e quello del Cinema, pronti ad accogliere nuovamente i curiosi.

Altri musei, come il Gam, Mao e il polo reale di Palazzo Madama invece sono più restii alla riapertura, per il rischio di scarsa affluenza.

L’ultimo tassello per la riapertura è il nulla osta ministeriale, ma intanto i musei hanno richiamato il personale e organizzato i turni.

Una notizia che permetterà soprattutto ai lavoratori di tornare alla serenità, oltre che agli appassionati della cultura.

Interno Museo del Cinema Torino
Il museo Egizio e Cinema pronti alla riapertura anche per due giorni

La riapertura del museo Egizio e il museo della Mole

Riaprire per donare agli appassionati una parvenza di normalità, proprio in queste settimane difficili.

I musei si organizzano, soprattutto il museo Egizio, che malgrado la pandemia aveva fatto registrare visite da record grazie a biglietti a tariffa speciale.

Le notizie però sono instabili e rischiano di rovinare i piani, specie per l’aumento della curva dei contagi che sta portando diversi regioni a meditare sul ritorno in zona rossa.

Tra queste c’è il Piemonte, che dal 18 gennaio potrebbe cambiare colore, rendendo l’apertura dei musei effettiva solo per due giorni.

Una situazione che ha messo in dubbio la riapertura di altri musei cittadini, a partire dal Gam e Mao, che sostengono che le spese potrebbero superare gli introiti.

Infatti, come fanno sapere i curatori delle mostre, c’è il rischio che gli ingressi siano pochi per la paura della pandemia, portando i musei a rimettere denaro.

Il pubblico atteso è quello locale, visti i divieti di spostamenti tra regioni.

Una situazione delicata, ma che potrebbe comunque spingere tutti i musei ad aprire in maniera simbolica, aldilà degli introiti per dare un messaggio di speranza.

Tutte le attenzioni sono rivolte a Roma, quando i nuovi DPCM segneranno, almeno fino a marzo il destino dei musei.

1935

Related Articles

1935
Back to top button
Close
Close