Articoli HPTerritorio

Il Museo Egizio visitabile con il tour virtuale durante la zona arancione

2278
Tempo di lettura: 2 minuti

Il Museo Egizio sarà visitabile online con il tour virtuale: le sale disponibili con un itinerario digitale

Il Museo Egizio apre le sue porte ai visitatori con il tour virtuale.

La meravigliosa struttura espositiva di via Accademia delle Scienze si appresta ad accogliere gli appassionati di storia e di arte del periodo d’oro della civiltà egizia attraverso degli itinerari da svolgere online.

L’Egizio offrirà, a chi lo desidera, di apprezzare in formato digitale le sue bellezze, proposte attraverso modelli 3D. Questi ultimi sono stati realizzati con la fotogrammetria, grazie alla quale è possibile osservare i tesori esposti nei loro minimi dettagli.

Oltre a ciò, è possibile anche guardare circa venti video di accompagnamento, che sono stati montati per rendere ancora più chiara, coinvolgente e interessante l’esperienza dell’utente.

Insomma, il Museo Egizio propone il suo tour virtuale per permettere ai suoi affezionati visitatori di continuare ad ammirare le bellezze del suo patrimonio. Una novità che avrà un successo assicurato, visto l’interesse che puntualmente riscuote questo museo ogni volta che avvia un progetto.

Per visitare le sale del museo occorre, ovviamente, andare sul sito www.museoegizio.it. Qui si potranno reperire le informazioni utili per poter accedere ai percorsi di proprio interesse.

Il Museo Egizio visitabile con il tour virtuale durante la zona arancione
Il Museo Egizio visitabile con il tour virtuale durante la zona arancione

I motivi di questa nuova proposta

Il Museo Egizio ha scelto di intraprendere una simile iniziativa perché non potrà essere disponibile fisicamente per garantire gli ingressi.

Questo perché l’introduzione della zona arancione, a partire da lunedì 1 marzo, rappresenterà un grosso limite agli spostamenti in generale. Ciò costringerà inevitabilmente alcuni luoghi di aggregazione a restare chiusi, come, appunto, i musei.

Uno stop che arriva in un momento di rilancio, in quanto la zona gialla, avviata soltanto poche settimane fa, aveva subito mostrato i suoi effetti positivi. L’Egizio, ad esempio, aveva cercato di attirare subito i visitatori con una settimana ad ingresso gratuito. Un’idea di grandissimo successo, che ha comunque influito positivamente anche sui risultati delle settimane successive, quando l’Egizio è tornato ad accogliere migliaia di appassionati.

Insomma, questa limitazione agli spostamenti imporrà di uscire il meno possibile e di rimanere a casa. Fortunatamente, però, programmi come quello proposto dal museo torinese riusciranno a rendere meno pesante la permanenza in casa.

2278

Related Articles

2278
Back to top button
Close
Close