Articoli HPTerritorio

Diminuiscono le iscrizioni ai licei di Torino, aumentano agli istituti professionali

975
Renault Clio Autovip
Tempo di lettura: 2 minuti

La Pandemia cambia l’orientamento alle scuole superiori e a farne le spese sono soprattutto i licei linguistici

Calano le iscrizioni ai licei di Torino.

I licei superiori rimangono sempre la prima scelta per circa il 58% degli studenti di Torino dopo la fine delle medie, tuttavia si inverte la tendenza, e invece che salire, si riduce il numero delle iscrizioni.

Per quest’anno infatti i dati comunicati dall’Ufficio Scolastico registrano un calo dello 0,3%, in seguito alla chiusura delle iscrizioni lunedì sera.

Dati in controtendenza per il Piemonte rispetto agli ultimi anni, soprattutto se messi a confronto con le altre regioni italiane, dove i licei al contrario continuano ad aumentare.

Ciò nonostante parliamo di un’inversione decisamente troppo lieve per essere significativa.

Ma che comunque può essere analizzata per mettere in evidenza una possibile ripresa dell’istruzione tecnica e professionale.

L’emergenza sanitaria ha chiaramente messo a repentaglio tutte le attività di orientamento per gli studenti ai licei superiori.

Come conseguenza di questa problematica sembra che i licei linguistici di Torino abbiamo registrato il calo più significativo, una perdita dell’1,4% delle iscrizioni.

Si potrebbe rintracciare la causa nella preferenza sempre più diffusa alle certificazioni linguistiche piuttosto che all’approfondimento letterario del liceo.

Tuttavia molti licei linguistici hanno comunque mantenuto numeri stabili, come per esempio il liceo Berti che registra un’eccedenza di 150 studenti a fronte delle nuove iscrizioni.

Diminuiscono le iscrizioni ai licei di Torino, aumentano agli istituti professionali

Nel mentre invece, i licei scientifici continuano a registrare dati positivi

Li troviamo infatti sempre al primo posto delle iscrizioni liceali con il 28% delle preferenza totali.

Eppure anche in questo caso abbiamo una novità.

L’indirizzo di scienze applicate senza il latino, supera per la prima volta l’indirizzo tradizionale, quest’ultimo infatti segna un calo dello 0,8%.

Contemporaneamente crescono anche i licei di scienze umanistiche, mentre frenano dello 0,4% i licei classici, consolidando il 5% delle iscrizioni complessive.

A fronte del calo delle iscrizioni, il liceo Alfieri perderà un paio di classi, mentre il Gioberti e il Cavour dovranno aggiungerne di nuove.

Il dato che sbalordisce invece è proprio quello degli istituti tecnici e professionali, che crescono dello 0,4%.

Si tratta di una buona notizia, in particolar modo dopo i problemi dell’ultimo anno, che porta nuova speranza per un’eventuale rilancio dell’istruzione tecnica e professionale.

975

Related Articles

975
Back to top button
Close
Close