Articoli HPSanità

L’adesione al vaccino contro il Covid è alta in Piemonte: vicini all’80%

1709
Tempo di lettura: < 1 minuto

La diffidenza sul vaccino contro il Covid è ormai superata tra personale e ospiti RSA e operatori non sanitari ospdalieri in Piemonte, dove l’adesione è vicina all’80%.

Un numero che incoraggia, soprattutto dopo l’allarme lanciato ieri dal sindacato dei medici, che ha mosso dubbi sui numeri dei contagi in Piemonte.

L’obiettivo delle autorità sanitario è programmare al meglio i cicli di vaccinazione al fine di contrastare al meglio la pandemia e tornare alla normalità.

Nella regione piemontese il problema è quello di mantenere un numero di scorte adeguato, attualmente è attorno al 20%, quando è richiesto una riserva di almeno il 30%.

La massiccia adesione, però, può solo far sperare, soprattutto perché dal 25 gennaio partirà la seconda somministrazione di dosi.

siringa con vaccino covid
L’adesione al vaccino contro il Covid è alta in Piemonte: vicini all’80%

I numeri delle adesione al vaccino contro il Covid in Piemonte

Le adesioni sono stimate nella seguente percentuale:

  • 75-80% di operatori sanitari in ambito ospedaliero
  • 70-75% operatori non sanitari in ambito ospedaliero
  • 75-80% operatori del pronto soccorso
  • 65-70% operatori RSA
  • 75-80% ospiti RSA

Tra il 18 e il 20 gennaio partirà il quarto ciclo di vaccini Pfizer , mentre tra il 25 e il 27 gennaio arriveranno le prime dosi del vaccino Moderna, circa 4800 unità.

Ieri sono state somministrate poco meno di 8400 unità di vaccini Pfizer, portando il numero di dosi somministrate a 75893 pari al 61% delle dosi consegnate in Piemonte.

Ci sono problemi nelle forniture

Tuttavia ci sono anche dei problemi con il materiale fornito dal governo, soprattutto per quanto riguarda la fornitura di siringhe.

Infatti l’ASL di Torino segnala di aver ricevuto delle siringhe non idonee alla somministrazione del farmaco.

Al Mauriziano oltre a siringhe non a norma si segnala il mancato arrivo di siringhe per la diluizione, mentre al San Luigi le forniture sono corrette, ma in numero ridotto, essendo arrivato circa il 60% del materiale richeisto dalla struttura.

1709

Related Articles

1709
Back to top button
Close
Close