Articoli HPUrbanistica

Disattivato l’autovelox di strada Torino a Beinasco: ancora incerti i tempi di riattivazione

6469
Tempo di lettura: < 1 minuto

È inattivo l’autovelox di strada Torino a Beinasco: i dispositivi spenti da settimane

L’autovelox di strada Torino a Beinasco è stato momentaneamente disattivato.

Il dispositivo di controllo del rispetto dei limiti di velocità è, nelle ultime settimane, spento per motivi burocratici. La ditta che gestiva il funzionamento dell’apparecchio, a partire dallo scorso 31 dicembre, ha smesso di fornire il proprio servizio. È infatti scaduto il contratto di appalto tra l’azienda e il Comune di Beinasco, che ora si ritrova a fare i conti con il problema di diversi anni fa di contenere gli eccessi di velocità su un tratto di strada altamente pericoloso.

L’introduzione del limite dei 50 chilometri orari (avvenuta circa quattro anni fa) e l’installazione di diverse rotonde avevano ridotto, in maniera piuttosto notevole, il numero di incidenti. Strada Torino era, molto frequentemente, punto di riferimento per i cosiddetti furbetti, che erano soliti sfrecciare a velocità sostenuta e pericolosa. Una brutta abitudine che era stata quasi eliminata, visto il continuo fioccare di contravvenzioni.

L’attuale disattivazione, però, sarà un problema passeggero, a cui sarà posto rimedio nel breve termine.

Le tempistiche di riattivazione

Tutti coloro che pensavano che l’autovelox di strada Torino fosse stato disattivato per sempre, dunque, devono ricredersi.

Nonostante ci siano stati numerosi ricorsi per i problemi emersi nel corso degli anni, il dispositivo tornerà presto operativo. L’obiettivo della Polizia Municipale sarebbe quello di avere a disposizione il velox già dalla fine di gennaio.

Sarà però molto difficile vedere nuovamente riattivato l’apparecchio entro la fine di questo mese, in quanto sono troppo risicate le tempistiche per riuscire a compilare e ufficializzare tutti i documenti di collaborazione con la nuova azienda.

Pertanto, per ragioni prettamente burocratiche, la riattivazione del velox sarà spostata di altre settimane, fino a data da destinarsi. Nulla da fare per gli automobilisti che speravano nella sua completa rimozione.

Spesso e volentieri ci sono state lamentele per la posizione in cui l’autovelox è posizionato, poiché il tratto di strada in questione risulta essere in discesa, e quindi favorisce l’aumento della velocità. Rispettare il limite dei 50 chilometri orari è dunque più difficile di quanto possa sembrare e prendere la multa è piuttosto semplice.

Insomma, sta per tornare ad essere attivo un autovelox tanto contestato dai torinesi, che attualmente non ha effetti e che resterà dormiente ancora per poco.

6469

Related Articles

6469
Back to top button
Close
Close