Articoli HPInnovazione

Un nuovo polo dell’e-commerce a Orbassano: ancora segreto il nome dell’azienda

23680
Tempo di lettura: 2 minuti

Nuovo polo dell’ecommerce in arrivo a Orbassano: l’azienda ancora non è stata resa nota

Un nuovo polo dell’e-commerce sta per essere aperto a Orbassano.

Nell’area al confine con il Comune di Nichelino, tra via Giovanni Agnelli e strada Stupinigi, sorgerà un nuovo punto di riferimento della logistica di una grande azienda.

Il perimetro selezionato, che rientra in un complesso industriale che attende progetti per la riqualificazione, si estende su una superficie di 135mila metri quadrati.

Una nuova imponente opera, che porterà anche alla realizzazione di altre migliorie, come piste ciclabili e altri servizi, comodi per raggiungere la sede.

Al momento non è ancora stata resa nota l’azienda che porterà avanti il grande investimento.

Si conosce solo il nome della ditta che collaborerà nella realizzazione del complesso: il progetto è stato presentato infatti dalla Vailog, gruppo operante nell’edilizia industriale.

Quest’ultima ha anche avuto modo di lavorare, nel corso degli anni, con clienti di un certo spessore, come Leroy Merlin e Amazon.

Proprio il colosso di Jeff Bezos potrebbe essere il soggetto più indicato per questa operazione, vista la necessità di creare un altro hub logistico in un punto strategico (in un’area libera e vicina agli svincoli autostradali).

Centro di logistica smista pacchi
Un nuovo polo dell’e-commerce a Orbassano: ancora segreto il nome dell’azienda

Sebbene non ci sia la certezza che si tratti di Amazon, occorre tenere conto che il leader mondiale dell’e-commerce è da tempo alla ricerca di nuovi luoghi per investire a Torino e in tutto il Piemonte.

Ne è esempio l’ultima apertura di Grugliasco, che presto sarà finalmente operativa.

Dettagli del progetto

Come detto, il nuovo polo si estenderà su una superficie di 135mila metri quadrati. Di questi, ben 35mila saranno utilizzati per l’area interna, dedicata alla logistica. Per la restante parte si prevede la realizzazione di spazi dedicati alla movimentazione delle merci e dei mezzi di trasporto per le spedizioni. Sarà inoltre ricavata un’area dipendenti e un ampio parcheggio, sia per i lavoratori, sia per i mezzi pesanti in transito.

Tra le opere accessorie è prevista la costruzione di una rotonda su via Agnelli, per una maggiore fluidità nella circolazione e per offrire un rapido collegamento con l’autostrada Torino-Pinerolo.

All’interno del polo lavoreranno tra le 300 e le 500 persone. Si tratta di numerose nuove assunzioni, che porteranno anche ricadute positive dal punto di vista economico.

Senza contare i progressi dal punto di vista ambientale: un’attività di logistica non ha grossi impatti sull’ambiente e riesce a ridare nuova vita ad aree abbandonate alla vegetazione e all’inutilizzo.

Insomma, occorre ancora del tempo per capire chi giungerà in città con questa nuova apertura.

Un programma ambizioso, che avrà un effetto decisamente sulle località coinvolte.

23680

Related Articles

23680
Back to top button
Close
Close