Articoli HPEventi

Eventi, Luci d’Artista 2020 a Torino a partire dal 30 ottobre

3273
Renault Clio Autovip
Tempo di lettura: < 1 minuto

In un periodo opaco, in virtù della pandemia, torna Luci d’Artista 2020 a Torino a illuminare la città. le installazioni luminarie saranno visitabili a partire dal 30 ottobre. Carmelo Giammello, uno degli artisti di spicco con l’opera “il Planetario”, ha modificato leggermente la sua opera, rendendola più grande e godibile.

Il comune ha cominciato a montare le prime opere, quella del Giammello su tutte, a partire da via Roma.

Luci d’Artista a Torino, le novità

Le installazioni di Luci d’Artista 2020 a Torino sono state confermate in blocco. L’unica eccezione rispetto all’edizione 2019 è per l’opera “Miracola”. Il capolavoro di Roberto Cuoghi, che con un gioco di luci e ombre incantava piazza San Carlo, quest’anno non ci sarà.

Francesca Leon, assessore alla cultura, ha raccontato il motivo della mancata installazione del Cuoghi. Il motivo principale è evitare gli assembramenti in piazza, inoltre l’artista, non essendo torinese, avrebbe avuto difficoltà a raggiungere il Piemonte in sicurezza.

Malgrado la defezione dell’opera “Miracola”, quest’anno non mancheranno altri capolavori. Per celebrare i medici e paramedici che lottano contro Covid, Molinari sposterà la sua “Concerto di Parole” nella zona degli ospedali Sant’Anna e Regina Margherita.

Alcune opere, tuttavia, saranno riposizionate al fine di garantire la tutela della distanza interpersonale, ma anche quella di valorizzare le periferie.

Carmelo Giammello, artista de “il Planetario”, Lancia un’iniziativa per il prossimo anno, che prevede un progetto dedicato alle periferie. L’intento del Giammello è quello di non far coincidere la periferia come un luogo secondario del progetto, ma creare una rete di opere che valorizzino le zone secondarie della città.

I mercatini di Natale sono a rischio

Mentre le Luci d’Artista sono confermate, un altro evento amato rischia di saltare: i mercatini di Natale. Proprio come per CioccolaTò, anche gli amati mercatini rischiano di essere cancellati per la mancanza di garanzia sul distanziamento sociale,

3273

Related Articles

3273
Back to top button
Close
Close