Articoli HPTerritorio

Una raccolta fondi per tornare a camminare: il sogno di Giusy paralizzata dall’ex compagno della madre

1035
Tempo di lettura: 2 minuti

Volvera. Omicidio Cristina Messina. La raccolta fondi per la figlia Giusy, rimasta paralizzata dopo l’agguato del killer.

Giusy Messina, la 29enne di Volvera,  bloccata su una sedie a rotelle, lancia un appello per una raccolta fondi e tornare a camminare.

L’ennesimo caso di femminicidio che ha fatto raggelare Volvera nel mese di giugno scorso. Era esattamente il 10 di giugno quando l’ex compagno della madre Cristina entra in casa con una pistola. La mamma purtroppo muore sul colpo. Lei si è salvata ma, dopo essere stata in condizioni disperate per settimane, è costretta su una sedia a rotelle. E ora vorrebbe provare a tentare l’unica carta che le è possibile per tornare a camminare.

E il sogno di Giusy potrebbe avverarsi ma solo seguendo delle cure adeguate che, però, sono costose. Troppo costose.

Allora Giusy decidere di lanciare un appello e lo fa tramite il web. Un appello per la raccolta di quei fondi che potrebbero permetterle di farsi curare all’estero. Unica speranza per tornare a camminare. 

L’appello

La ragazza affida il suo messaggio alla rete, a Gofundme con “saltiamo sul mondo”.

Giusy, per la sua raccolta fondi, pubblica una bella foto con la madre e aggiunge poche righe nelle quali sintetizza la sua tragedia:

“Ciao, sono Giusy. Sono vittima di femminicidio, anzi la vera vittima è stata mia madre uccisa per mani dell’uomo con cui ha trascorso 20 anni della sua vita e fatto 2 figli, da cui però era separata da 5 anni. Lo stesso uomo che il 10 giugno 2020 si intrufola dentro casa nostra con una pistola, spara 2 colpi a me ed uno secco e decisivo al collo di mia madre, morta sul colpo. Io, invece, con la morte nel cuore, sono sopravvissuta a 2 colpi di pistola, uno del quale però è esploso vicino la colonna vertebrale rendendomi paralizzata nell’immediato, dal seno in giù. Chiedo il vostro aiuto per raccogliere denaro per potere proseguire cure riabilitative all’estero dove c’è la possibilità che io riesca a tornare a “saltare sul mondo”. Ringrazio anticipatamente, ogni singolo centesimo realizzerà il mio desiderio di tornare di nuovo a camminare con le mie gambe.”

La raccolta fondi è stata avviata a fine settembre da Giusy. Ad oggi sul sito di crowdfunding sono arrivati quasi 9 mila euro, l’obiettivo è di 45.000.

La bella foto con la mamma che decide di condividere rappresenta appieno la forza di questa giovane ragazza che non ha perso il sorriso e neanche la speranza.

1035

Related Articles

1035
Back to top button
Close
Close