Articoli HPLocali

Il Fluido rinasce: il bando è pronto per l’ex locale storico di Torino

1957
Tempo di lettura: 2 minuti

Il rilancio del Valentino prosegue. La parte sotterranea, però, non sarà più utilizzabile

Il Comune di Torino ha pubblicato il bando di gara per la concessione del Fluido. Il locale storico del parco del Valentino è chiuso dal 2019 dopo ben quindici anni di attività, per abusi edilizi.

Il futuro del locale lo si può immaginare leggendo il bando: un cocktail bar ma sicuramente non una discoteca.

Il bando

Il Fluido di Torino avrà una nuova vita con una concessione di sei anni rinnovabili e un canone annuale di circa 16.000 euro. Saranno, poi, a cura dell’aggiudicatario i lavori di manutenzione, l’arredo, ulteriori operazioni di bonifica e sgombero.

Il locale sarà un cocktail bar o un ristorante dove sarà possibile ascoltare un concerto o un po’ di musica. La possibilità di farne un club, è consentita solo se si eviterà l’inquinamento acustico sul Fiume, cosa quasi improbabile.

Inoltre è difficile immaginare una discoteca nei 1.100 metri quadri messi a bando, e in particolare senza la parte sotterranea che ora non sarà più utilizzabile. E l’aggiudicatario non potrà costruire nuovi volumi.

L’offerta dovrà arrivare al Comune entro le ore 12 del 16 novembre, insieme a un deposito cauzionale di 4.200 euro.

Rotonda Torino
L’ ex Fluido rinasce: il bando è pronto per l’ex locale storico di Torino

La Rotonda e lo Chalet

Il bando del Fluido è un ulteriore passo per rilanciare il parco del Valentino. Si è attivato, infatti, il Comitato di gestione del Valentino, previsto dal regolamento del Parco. E il percorso è già iniziato con con l’assegnazione di un altro locale storico, la Rotonda. Quest’ultimo è stato assegnato a Joy&Joy ma non senza problematiche.

Difatti la procedura si è bloccata causa un debito di circa 24mila euro verso il Comune di Torino il quale ha cercato di accelerare assegnando il locale al secondo classificato. Ma anche qui le cose si sono fermate perché i primi classificati hanno presentato ricorso.

Ancora più complicata la situazione dello Chalet dato che gli abusi edilizi presenti non sono ancora totalmente sanati. Ma il comune è intenzionato ad accelerare i tempi anche per questo storico locale.

Nonostante le difficoltà e i ritardi dettati anche dalla pandemia, il bando per ridare nuova vita allo Chalet dovrebbe uscire a novembre.

1957

Related Articles

1957
Back to top button
Close
Close