Articoli HPSanità

Torino Molinette intervento d’urgenza per salvare un uomo

4463
Tempo di lettura: 2 minuti

Il paziente trasferito in aereo da Malta per un aneurisma su dissezione aortica

Torino Molinette intervento d’urgenza salva un uomo di 71 anni.

In emergenza per un aneurisma su dissezione aortica, il paziente è stato trasferito con un aereo da Malta e sottoposto ad un intervento mininvasivo endoscopico. L’uomo, torinese ma residente sull’isola, aveva già in passato affrontato due interventi salvavita eseguiti nel capoluogo piemontese dal professor Mauro Rinaldi.

Dopo uno svenimento e con un forte dolore al torace, il paziente è stato ricoverato all’ospedale di Malta. Qui la diagnosi: aneurisma su dissezione cronica toraco addominale in pre-rottura.

L’aorta, al di sotto dei tratti già operati, continua a crescere di diametro fino a non riuscire più a contenere la pressione del sangue. In questo modo si ha una rottura della parete e la conseguente emorragia spesso mortale.

pronto soccorso molinette
Torino Molinette intervento d’urgenza per salvare un uomo

Torino Molinette intervento d’urgenza, il caso diventa materia di studio

Una volta conosciuta l’origine del malessere, il paziente ha espresso il desiderio di tornare alle Molinette di Torino, dove già un paio di volte era stato salvato. I medici maltesi hanno dunque contattato il chirurgo vascolare per un consulto e per valutare un eventuale trasferimento.

Il professor Fabio Verzini della chirurgia vascolare universitaria diretta dal professor Pietro Rispoli, ha visionato le immagini TC inviate telematicamente e preso la decisione. Un intervento mininvasivo per la sostituzione endovascolare dell’aorta toracica dilatata.

Dopo il trasferimento d’urgenza il 72enne è stato operato dallo stesso professor Verzini e dal dottor Denis Rossato della Radiologia vascolare diretta dal dottor Dorico Righi.

Un intervento mini invasivo eseguito inserendo nella circolazione sanguigna del paziente una endoprotesi tubulare aortica lunga 20 cm e del diametro di 34 mm.

L’uomo, le cui condizioni sono migliorate molto velocemente, ha potuto lasciare l’ospedale dopo solo 5 giorni dall’operazione.

Il caso e gli ultimi studi in materia saranno presentati dallo stesso professor Verzini durante i prossimi congressi internazionali.

Ilaria Di Pinto

4463

Related Articles

4463
Back to top button
Close
Close