Articoli HPUrbanistica

Torino rotonda sotterranea, ancora 2 settimane di lavori

9269
Tempo di lettura: < 1 minuto

Riapertura della viabilità prevista il 18 settembre

Torino rotonda sotterranea, proseguono i cantieri per terminare l’opera.

I lavori per la viabilità che interesserà anche la futura sede unica della Regione sono ormai in dirittura d’arrivo e presto la maxi rotatoria sarà pronta.

Dopo la chiusura al traffico avvenuta il 16 maggio e la posa della grande cupola in acciaio a luglio, mancano ora solo 15 giorni alla riapertura. Gettata la copertura della seconda rotonda che occupa una superficie di 1.500 metri quadrati, spessa poco più di un metro e con un volume totale di 1.650 mc.

Per la realizzazione di quest’ultima parte di lavoro è stato necessario l’intervento di 165 betoniere che si sono succedute in continuazione per più di dieci ore. Un dettaglio che rende l’idea della grandezza dell’opera unica in Italia, progettata ispirandosi al Pantheon di Roma.

lavori rotonda sotterranea
Torino rotonda sotterranea, ancora 2 settimane di lavori

Torino rotonda sotterranea, ultimi interventi prima della riapertura

Al momento si sta procedendo alla posa dei pannelli fono assorbenti, prima degli ultimi interventi che riguarderanno la segnaletica stradale e l’illuminazione. Ancora pochi passi dunque prima della riapertura prevista il prossimo 18 settembre.

La grande rotonda che permetterà l’accesso diretto al grattacielo della Regione avrà grande rilievo dal punto di vista urbanistico. Con una copertura costata oltre 4 milioni di euro l’opera servirà in parte anche alla riqualificazione dell’intera zona, rendendola maggiormente funzionale.

Oltre al collegamento con i parcheggi degli uffici regionali, consentirà di raggiungere il futuro Parco della Salute. La rotatoria sarà percorribile sia in superficie a livello Oval-polo fieristico Lingotto, sia a livello interrato sul piano stradale del sottopasso di corso Giambone.

Prevista a metà settembre anche la riapertura del sottopasso Lingotto da corso Giambone in direzione corso Unità d’Italia.

Torino si riconferma città dell’innovazione con la nascita di un piccolo gioiello urbanistico che le conferirà un nuovo primato.

Ilaria Di Pinto

9269

Related Articles

9269
Back to top button
Close
Close