Articoli HPUrbanistica

Torino rotonda sotterranea, oltre 4 milioni per la cupola d’acciaio

4011
Tempo di lettura: 2 minuti

La copertura dell’opera pesa 700 tonnellate ed ha un diametro di 52 metri

Torino rotonda sotterranea, continuano i lavori per la rotatoria che collegherà il sottopasso di corso Giambone con via Nizza e via Passo Buole.

La prima rotonda sotterranea d’Italia è stata progettata ispirandosi al Pantheon di Roma. Servirà a garantire la viabilità di accesso al grattacielo della Regione Piemonte.

La rotatoria sarà appunto dotata di una copertura in acciaio del diametro di 52 metri, come l’area sottostante e del peso di 700 tonnellate. Il costo dell’opera presentata proprio nei giorni scorsi, è di 4 milioni e 400 mila euro.

Dalla struttura si avrà accesso all’edificio dove sono collocati gli uffici e il centro servizi della Regione collegati a 38 mila metri quadrati di parcheggi. In tutto si avranno circa 1138 posti auto, di cui un migliaio sarà messo a disposizione del pubblico.

Due gli accessi previsti: il primo da via Farigliano ed il secondo attraverso la viabilità interrata che dal sottopasso Lingotto si svilupperà sull’asse parallelo all’Oval.

Torino rotonda sotterranea
Torino rotonda sotterranea, oltre 4 milioni per la cupola d’acciaio

Torino rotonda sotteranea: il sottopasso Lingotto riaprirà il 18 settembre

Torino rotonda sotterranea che sarà completata entro il prossimo autunno consentirà dunque l’accesso diretto ai parcheggi del grattacielo della Regione Piemonte e al futuro Parco della Salute.

Soddisfatto l’assessore Andrea Tronzano che recentemente ha effettuato un sopralluogo. L’opera servirà a riqualificare e rendere funzionale l’intera area, come spiegato dal componente della giunta.

Il progetto si inserisce nel quadro delle opere di valorizzazione del patrimonio e garantirà un punto di accesso all’area dedicata alla Regione.

Il sottopasso del Lingotto che è stato chiuso il 16 maggio per consentire i lavori sulla rotonda sotterranea, verrà riaperto il 18 settembre.

Un progetto innovativo che si ispira al Pantheon di Roma e che rappresenterà un altro primato per la città di Torino. L’opera di grande rilievo dal punto di vista urbanistico dovrebbe essere ultimata nei prossimi mesi consentendo così il ripristino della viabilità in tutta la zona.

Ilaria Di Pinto

4011

Related Articles

4011
Back to top button
Close
Close