Articoli HPTerritorio

La prima rotonda sotterranea d’Italia: sottopasso Lingotto chiuso.

12610
Tempo di lettura: < 1 minuto

La prima rotonda sotterranea d’Italia verrà realizzata proprio a Torino.

A conferma che Torino è la città dell’innovazione, checché se ne dica.

È un progetto modernissimo che, addirittura, si ispira al Pantheon di Roma.

La rotonda sotterranea sarà ricoperta da una “cupola” in acciaio zincato del peso di circa 700 tonnellate.

Per vederla completa si dovrà attendere il prossimo autunno.

Tra corso Giambone e corso Corsica saranno realizzate le nuove corsie che porteranno ai parcheggi del Lingotto.

La nuova viabilità

Per la realizzazione della prima rotonda sotterranea il Comune di Torino ha comunicato modifiche alla viabilità.

Infatti il sottopasso del Lingotto resterà chiuso dal 16 maggio al 18 settembre 2020.

Durante tutto questo periodo la strada sarà chiusa in entrambi i sensi di marcia.

Lo stop è necessario per i lavori legati alla realizzazione della rotonda e della galleria che collegherà il sottopasso al Palazzo della Regione.

Ci sarà la demolizione di alcune strutture in cemento esistenti e sarà rifatta la rete di fognatura e quella idrica.

Verranno creati collegamenti con via Passo Buole, Farigliano e Nizza.

Inoltre si potrà raggiungere direttamente dal sottopasso l’Oval, il grattacielo della Regione Piemonte e il futuro Parco della Salute.

rotonda sotterranea lingotto
La prima rotonda sotterranea d’Italia: sottopasso Lingotto per la realizzazione.

La rotatoria avveniristica

La prima rotonda sotterranea prevede la costruzione di una enorme cupola in cemento e acciaio zincato. Avrà un diametro di 56 metri e del peso di circa 700 tonnellate.

Dovrebbero essere realizzati anche 4 parcheggi uno da 1.500 posti, 150 dei quali per la Regione.

La spesa per la realizzazione della rotatoria sotterranea è prevista in 21 milioni di euro.

Nella spesa rientra anche la costruzione dell’altra più piccola rotonda sotterranea che darà su via Passo Buole e via Farigliano.

Insomma, un piccolo gioiello urbanistico che si ispira a un capolavoro: alla struttura del Pantheon.

Un’enorme apertura che inquadra il cielo con un diametro di circa 56 metri.

12610

Related Articles

12610
Back to top button
Close
Close