AnimaliArticoli HP

Pitone di un metro spunta dal water di un’azienda di Baveno

1521
Tempo di lettura: 2 minuti

Si tratta di un esemplare femmina reale di oltre un metro, forse abbandonato o perso dal proprietario. E’ emerso dalle fogne attraverso i sanitari di una azienda di Baveno, sul Lago Maggiore

“C’è un pitone nel water“ queste probabilmente le parole dette dal dipendente di una ditta di Baveno. Quest’ultimo, infatti, mentre si accingeva ad espletare un bisogno fisiologico, è sobbalzato all’indietro nel vedere la testa di un serpente sbucare dal water.

Nonostante la scena descritta possa sembrare da film dell’orrore, l’episodio si è realmente verificato.

Continua, quindi, la saga dei ritrovamenti di animali esotici. Anche in questo caso come sia finita nella fognature della cittadina affacciata sul Lago Maggiore è al momento una domanda che non trova risposta.

Pitone catturato
Pitone di un metro spunta dal water di un’azienda di Baveno

Cosa è accaduto

Sembra l’ennesima leggenda metropolitana, ma invece è accaduto davvero. A Baveno un impiegato dovendo usare il water, si è accorto della presenza del pitone “acciambellato” in fondo al sanitario.

Dopo essersi ripreso dallo choc, il dipendente che ha fatto la scoperta ha lanciato l’allarme. E chiedere aiuto dicendo di avere un pitone nel water, non deve essere stato facile, anche per il timore di non essere creduti.

La richiesta di aiuto è stata rivolta alla polizia provinciale, intervenuta prontamente insieme ai carabinieri forestali,  ad un biologo e un veterinario esperto nel recupero degli animali.

Pitone nel water
Pitone di un metro spunta dal water di un’azienda di Baveno

Il recupero del rettile non è stato affatto facile in quanto l’animale si era incastrato nel sifone. Dopo aver smontato il water, al secondo tentativo, la squadra è riuscita a liberare serpente. Si tratta di un pitone reale femmina, lungo più di un metro, in condizioni di salute discrete anche se non ottimali.

L’animale è stato consegnato ai Carabinieri Forestali che sanno come custodirlo e gestirlo, in attesa di verificare se è possibile rintracciare il proprietario. La domanda a questo punto è: da quanto tempo questo rettile stava girando per le fognature di Baveno? Difficile da dire. Allo stesso modo è difficile che si possa individuare il proprietario a cui è scappato o che ha voluto liberarsene. L’animale non aveva microchip, previsto dalla legge per risalire al suo padrone.

1521

Related Articles

1521
Back to top button
Close
Close