Articoli HPTrasporti

Torino chiusura stazioni Madonna di Campagna e Dora

17663
Renault Clio Autovip
Tempo di lettura: 2 minuti

Torino chiusura stazioni di interscambio Madonna di Campagna e Dora.

Sotto la gestione Gtt sono state in servizio per trent’anni ma a metà agosto andranno in pensione per via del completmento dei lavori sulla linea ferroviaria Torino-Ceres.

Entrambe inaugurate nel 1990, saranno ancora in funzione per un mese e poi lasceranno posto ad una nuova rete di collegamenti in città.

 La stazione di Madonna di Campagna, tra via Borgaro e via Cisalpino, spicca per la sua colorazione giallo-blu. Il fabbricato su due piani fu realizzato in occasione dei Mondiali di calcio in Italia. Proprio in quel punto sorgeva la vecchia stazione risalente alla seconda metà dell’Ottocento.

A partire da metà agosto, i treni che transitano sulla Torino-Ceres si fermeranno a Venaria e la stazione di Madonna di Campagna non sarà più operativa. Al suo posto ci sarà la fermata Grosseto, una novità nel tracciato ferroviario. Sarà l’unica stazione ferroviaria Gtt a Torino integrata con il sistema di trasporto di superficie così da risultare più comoda e sicura.

Il nuovo snodo sarà posizionato all’incrocio tra largo Grosseto e via Lulli, proprio sotto il piazzale che prima del cantiere ospitava un mercato rionale.

Stazione Madonna di Campagna Torino
Torino chiusura stazioni Madonna di Campagna e Dora

Torino chiusura stazioni Madonna di Campagna e Dora: si passerà al servizio misto

Addio anche alla stazione Dora, capolinea della Torino-Ceres in piazza Baldissera. Anch’essa costruita nel 1990 ma aperta al pubblico nell’anno successivo, 1991.

L’edificio che l’aveva preceduta era stato realizzato nel 1856, poi dismesso per via dei lavori sulla ferrovia e infine demolito nell’aprile del 2011. L’operazione fu molto discussa in città e molti cittadini e comitati si batterono a lungo per salvarlo.

Il mese prossimo, con lo stop dei treni a Venaria, le due stazioni non serviranno più e si passerà ad un servizio misto. I viaggiatori dovranno quindi scendere e prendere l’autobus navetta che collega Venaria a Porta Susa.

A causa dell’emergenza Covid anche i cantieri hanno subito notevoli rallentamenti. Per questo i tempi di collaudo previsti sulla tratta così come la sua messa in funzione sono stati posticipati. La linea entrerà probabilmente in servizio nella primavera 2022.

Ai pendolari non resta che armarsi di moltissima pazienza.

Ilaria Di Pinto

17663

Related Articles

17663
Back to top button
Close
Close