Articoli HPTerritorio

Ambulanze multate T-Red, si discute con il Comune

1147
Tempo di lettura: 2 minuti

Se i lampeggianti sono accesi i mezzi non vengono sanzionati

Ambulanze multate T-Red, è accesa la polemica con il Comune di Torino.

I semafori intelligenti non risparmiano neanche i mezzi di soccorso. Questo crea molti problemi agli operatori che si ritrovano sommersi dai verbali e con le patenti a rischio. La situazione non è resa migliore dai tempi lunghissimi dei ricorsi che fanno perdere tempo prezioso.

Dopo il boom iniziale, le verifiche di accertamento si sono ridotte, ma i disagi persistono. Ci si chiede come mai un sistema così avanzato non riconosca la tonalità del segnale acustico come accade per alcuni portoni che si aprono automaticamente all’arrivo dell’ambulanza.

Molte associazioni come ad esempio la Misericordia di corso Unione Sovietica, si trovano in difficoltà. Gli autisti infatti, cominciano a temere per le sorti delle proprie patenti di guida. Ogni volta che si passa con il rosso, si perdono 6 punti.

t-red torino
Ambulanze multate T-Red, si discute con il Comune

Ambulanze multate T-Red, la risposta del Comune

Tuttavia la Polizia Municipale della Città di Torino ci tiene a precisare che la sanzione scatta solo nel caso in cui l’infrazione venga commessa a lampeggianti spenti. Se il passaggio davanti al T-Red avviene con le luci di emergenza in funzione, i mezzi non vengono multati perchè gli agenti verifica le immagini.

La questione resta però spinosa poichè pare che i semafori non siano effettivamente in grado di accertare l’uso dei dispositivi di emergenza. A confermarlo è un documento ufficiale del Comando di Torino allegato in risposta alla lettera dell’avvocato che segue i ricorsi.

Nello scritto i vigili spiegano che i sistemi automatici di accertamento hanno una modalità di verifica che non consente di accertare le condizioni di deroga alle norme del codice stradale.

Tra le soluzioni proposte, quella dell’esclusione delle targhe dei veicoli di emergenza, come già avviene per la Ztl. Intanto, i soccorritori continuano a lavorare tra multe salate  e punti decurtati.

Ilaria Di Pinto

1147

Related Articles

1147
Back to top button
Close
Close