Articoli HPTerritorio

Raffica di multe in poche ore. Torino: automobilisti indisciplinati

1873
Tempo di lettura: 2 minuti

Centinaia di multe e patenti ritirate per eccesso di velocità, mancanza di cinture, passaggio col rosso. Questo il resoconto di un normale controllo in Corso Vercelli.

Boom di multe effettuate a Torino la scorsa domenica. Un normale controllo della polizia municipale del reparto radiomobile in corso Vercelli, asse importante che attraversa la periferia nord, da Barriera di Milano al quartiere Aurora.

La seconda domenica di agosto è stata una domenica da dimenticare per centinaia di automobilisti torinesi. Le violazioni sono molte e questo conferma un trend negativo che già era emerso lo scorso 2019.

Glia automobilisti torinesi sono indisciplinati e non rispettano le regole. Questo è il quadro che esce fuori se andiamo ad analizzare il numero delle contravvenzioni effettuate dalla polizia municipale. Infatti nel 2019 si è registrato un numero molto alto di multe effettuate a Torino. Un numero talmente alto che si potrebbe parlare quasi di record. Le multe accertate nel 2019 sono arrivate ad essere più di 344 mila, con un aumento rispetto al passato del 44,2 per cento.

Un andamento, a quanto pare, ancora in crescita anche per questo 2020.

multa
Raffica di multe in poche ore. Torino: automobilisti indisciplinati

Le sanzioni

Il lockdown, dovuto dall’emergenza sanitaria, sembra abbia reso i torinesi ancor di più irrispettosi delle regole. Le multe effettuate a Torino, in Corso Vercelli, dalla polizia municipale in poche ore sono centinaia.

Le maggiori violazioni del codice della strada riscontrate:

  • eccessi di velocità
  • non uso della cintura di sicurezza (1 automobilista su 2)
  • violazioni semaforo rosso

Fa meraviglia le 54 sanzioni per mancato utilizzo delle cinture di sicurezza, che sembrava, fino a qualche tempo fa, un’abitudine consolidata nella maggior parte degli automobilisti. A seguire, i vigili hanno eseguito altre 17 contravvenzioni per violazioni di semaforo rosso. Compreso un fermo amministrativo, ex articolo 116, per guida senza patente.

Sono dati che preoccupano Emiliano Bezzon, comandante dei civici. «Sono numeri che preoccupano parecchio – spiega – Non è difficile immaginare che moltiplicando questi numeri per gli incroci presenti sul territorio e allargando l’analisi a un arco temporale più ampio, le probabilità che si verifichino gravi incidenti sono altissime».

I controlli non vanno in ferie e, anzi, saranno ancora più serrati su tutte le strade cittadine, dalle periferie alle zone più centrali.

Per cui sarebbe meglio fare attenzione ma soprattutto rispettare le regole del codice della strada per la sicurezza nostra e degli altri. Ed in più si evitano multe salate e decurtazione dei punti dalla patente.

1873

Related Articles

1873
Back to top button
Close
Close