Articoli HPSanità

Ospedale Rivoli Covid: chiuso anche l’ultimo reparto

1262
Tempo di lettura: 2 minuti

Dopo 4 mesi di lotta nessun paziente positivo ricoverato nella struttura

Ospedale Rivoli Covid, lunedì 20 luglio è stato chiuso l’ultimo reparto ancora in funzione.

Si azzera il numero dei ricoverati per Covid-19 nelle strutture dell’Asl To3 dopo 4 mesi di lavoro incessante. I reparti dell’ospedale di Rivoli verranno ora riconvertiti. Proprio come già accaduto a Pinerolo e Susa e nei presidi allestiti per i pazienti meno gravi ad Avigliana, Giaveno Torre Pellice e Pomaretto.

Un grande risutato se si pensa che solo 4 mesi fa erano circa 300 i pazienti ricoverati in queste strutture, di cui 170 proprio a Rivoli.

Qui, per fare posto ai malati di Covid-19, sono stati convertiti ben 5 reparti, oltre a quello di rianimazione.

Soddisfatto di questo importante traguardo anche il direttore generale dell’Asl To3, Flavio Boraso. Si conclude così una fase molto difficile e allo stesso tempo viene premiato lo straordinario lavoro di medici, infermieri e operatori sanitari. Si tratta quindi di un importante passo avanti non solo dal punto di vista pratico ma anche simbolico.

corridoio ospedale Rivoli
Ospedale Rivoli Covid: chiuso anche l’ultimo reparto

Ospedale Rivoli Covid: il ringraziamento al personale sanitario

In questi mesi moltissimi ringraziamenti sono giunti al personale sanitario impegnato nella lotta al Covid-19. Tra questi anche la lettera di Paola Molino, direttrice del Pronto Soccorso di Rivoli e responsabile del Dipartimento di Emergenza dell’Asl To3.

Un pensiero per tutte le persone che sono state al suo fianco durante l’emergenza che l’ha tenuta dentro l’ospedale giorno e notte per oltre un mese e mezzo. Così come è accaduto al coordinatore degli infermieri, Gianni Mancuso. È stata un’esperienza travolgente, feroce e istruttiva – ha commentato Molino.

In Piemonte la chiusura dei reparti covid fa tirare un sospiro di sollievo ma la situazione non è risolta. Il virus ancora in circolazione continua a colpire e in attesa di un vaccino solo buon senso e prudenza possono aiutare a vincere questa battaglia.

Ilaria Di Pinto

1262

Related Articles

1262
Back to top button
Close
Close