Articoli HPTrasporti

Torino distanziamento mezzi pubblici: si viaggia con il 60% del carico

5578
Tempo di lettura: 1 minuto

Nuove regole per autobus, metro e tram in città

Torino distanziamento mezzi pubblici, cambiano le direttive per la sicurezza.

Aumentano gli utenti che potranno usufruire di autobus, metro e tram. Il Gruppo Torinese Trasporti si adegua così alle diverse regole sul distanziamento.

L’ultimo decreto del Presidente Conte datato 14 luglio stabilisce infatti nuove linee guida per il trasporto pubblico locale. I mezzi pubblici potranno tornare a viaggiare al 60% del loro carico.

Una buon notizia per i cittadini ma non solo. Le nuove direttive semplificheranno la vita anche ai conducenti costretti in questi mesi a fare da controllori perchè si rispettassero tutte le norme a bordo.

Anche la novità del pagamento con bancomat serà utile in questo contesto: si eviterà il contatto con le superfici e quindi il rischio del contagio.

Torino metropolitana
Torino distanziamento mezzi pubblici: si viaggia con il 60% del carico

Torino distanziamento mezzi pubblici: si consiglia di guardare verso il finestrino

Come al solito, le nuove normative per i passeggeri con l’invito al rispetto delle norme verranno condivise nei prossimi giorni su ogni mezzo.

Vengono meno le distanze ma questo non significa niente più regole. Resteranno infatti obbligatori l’uso delle mascherine e il rispetto delle norme igieniche. Dovranno essere utilizzati solo i posti a sedere non contrassegnati.

Occhio anche alla segnaletica: entrate e uscite dei mezzi resteranno distinte. Necessario seguire le frecce verdi e blu che indicano i sensi unici pedonali, come accade ad esempio in metropolitana.

I pendolari potranno forse tirare un sospiro di sollievo, perchè con un carico superiore sarà forse possibile ridurre i tempi di attesa dei mezzi.

Entrerà in gioco la cosiddetta distanza verticale. Il consiglio è quello di tenere lo sguardo su vetrate e finestrini, evitando così di stare di fronte agli altri passeggeri.

Il cambiamento ci riporta dunque verso la normalità ma si raccomanda sempre massima prudenza. Come sottolineano le autorità, lo stato di emergenza non è ancora terminato.

Ilaria Di Pinto

5578

Related Articles

5578
Back to top button
Close
Close