AnimaliArticoli HP

Gattini gettati in un fossato a Torino: il terribile episodio nel Trincerone

1677
Tempo di lettura: < 1 minuto

Gattini gettati nel Trincerone a Torino: i cuccioli abbandonati cercano ora una casa

Gattini gettati in un fossato di via Saint Bon a Torino e ritrovati dai residenti. I 4 micetti tigrati sono stati abbandonati senza cibo nè acqua in un vecchio trincerone, rischiando di morire sotto il sole cocente di luglio. Si tratta dell’ennesimo caso in città e la situazione in molti quartieri sta diventando insostenibile.

La vicenda, proprio a pochi giorni dall’episodio della gattina di pochi mesi gettata dal balcone. Gli abitanti della zona hanno individuato i cuccioli dopo aver sentito dei miagolii provenire dalle rotaie. Guardando attentamente tra l’erba e i detriti hanno potuto scorgere le 4 palle di pelo in difficoltà.

Adesso i gattini cercano una casa per poter stare al sicuro con qualcuno che se ne prenda cura e li coccoli come meritano. Certo non è un periodo facile per gli amici a 4 zampe, dopo il lockdown e con le ferie estive in arrivo. Trovare una nuova casa potrebbe essere più complicato del previsto.

Gattini gettati nel fossato, appello per l’adozione

A lanciare l’appello per l’adozione è stata proprio una residente nel quartiere dove è avvenuto il ritrovamento. La cittadina si è subito mossa per allertare le associazioni animaliste che operano sul territorio ma con scarsi risultati. Al momento, infatti, non risultano stalli disponibili e i 4 gattini restano in cerca di un tetto.

La vicenda, non fa che sottolineare l’importanza dei controlli pre affido svolti da parte delle suddette associazioni. In questo modo, si cerca di ridurre le possibilità di ritrovare i gattini nel fossato, come se si trattasse di spazzatura e non di esseri viventi.

Alla denuncia per il maltrattamento degli animali si unisce anche quella per le pessime condizioni della linea Torino-Ceres che collega la città alle Valli di Lanzo. Segnalato più volte anche lo stato di degrado del sottopasso della zona.

(Foto tratta da Vistanet.it)

1677

Related Articles

1677
Back to top button
Close
Close