Articoli HPTerritorio

Lonely Planet e l’Italia on the Road: ancora Torino ed il Piemonte le mete preferite

821
Tempo di lettura: 2 minuti

Italia on the road 2020  è la guida creata da Lonely Planet con 40 itinerari che attraversano tutta la penisola, da nord a sud. Itinerari ovviamente su due ruote!

Lonely planet Torino e Piemonte: ancora una volta la celebre rivista inerisce all’interno dei suoi itinerari, il Piemonte con tutte le sua straordinarie bellezze.

Già nella guida divulgata nel 2019 il il Piemonte è stato inserito come primo al mondo tra le regioni da scoprire. Continua, quindi, l’amore della rivista per il nostro territorio, e come dargli torto! Torino, i musei, un mondo musicale dinamico ed innovativo, dal classico al pop e all’elettronica d’avanguardia, cibo e luoghi mozzafiato.

Quest’anno la Lonely Planet propone la nuova edizione 2020 on the road, itinerari su due ruote, e non poteva certo mancare il nostro Piemonte.

langhe-roero-e-monferrato
Lonely Planet e l’Italia on the Road: ancora Torino ed il Piemonte le mete preferite

Le tappe on the road della Lonely Planet

Proposto dai diari on the road: Langhe, Monferrato, Roero. Un percorso tra vigne, noccioli e frutteti. Territori meravigliosi protetti dall’Unesco e che tutto il mondo ammira. E allora vediamo nel dettaglio Lonely planet Torino e Piemonte cosa scoprire:

  • Asti: si parte dal Monferrato e da una città che si mostra agli occhi dei viaggiatori come un mix di liberty e torri medievali. Dove hanno luogo due grandi eventi: il Palio, il più antico d’Italia, e il Festival delle Sagre, che ogni anno trasforma Piazza Campo del Palionel ristorante a cielo aperto più grande al mondo.
  • Nizza Monferrato: un viaggio tra le dolci colline del Monferrato che porta ad esplorare una città che offre cibo, vino e arte. La star locale è la signora in rosso, ovvero la Barbera da sorseggiare ammirando la vista sulle fantastiche colline.
  • Canelli: con le sue celebri cattedrali sotterranee e le imponenti cantine storiche scavate sotto le colline è tappa obbligatoria. Qui è possibile fermarsi per un pasto frugale grazie all’iniziativa del comune Canelli pic-nic. Si tratta di uno  zainetto che contiene una cena proposta dai ristoranti aderenti da consumarsi tra le vigne. 

L’Iniziativa di Canelli nasce dall’esigenza di adeguarsi alle regole post covid e quindi, la necessità di mantenere il distanziamento sociale. Una necessità si è trasformata in opportunità per i viaggiatori che possono così trasformare un semplice pic-nic in una esperienza tra natura e buon cibo.

Alta Langa
Lonely Planet e l’Italia on the Road: ancora Torino ed il Piemonte le mete preferite

Alta Langa

Dal Monferrato si prosegue in Alta Langa e il panorama cambia profondamente: colline più selvaggi e borghi con torre medievali che spiccano dai tetti delle case.  Murazzano e Roccaverano da non perdere dove poter rifocillarsi con i formaggi D.O.P. famosi nella zona.

Si prosegue per Cortemilia, dove, si dice viva il Re delle Nocciole. In effetti se si assaggia la torta di nocciole di Giuseppe Canobbio si comprende il perché di questo nomignolo.

Roero

Il viaggio prosegue fino al Roero: tra vigneti sabbiosi e borghi. Tra salite e discese si possono attraversare i borghi di MontàSanto Stefano Roero e MonteuRoero, dove burroni sabbiosi si aprono selvaggi tra gli appezzamenti coltivati.

Il viaggio termina in un posto meraviglioso: Cherasco con le sue cantine, il castello e cucine stellate.

Un viaggio su due ruote mozzafiato, tra paesaggi unici, prodotti tipici, borghi arroccati e ristoranti stellati.

821

Related Articles

821
Back to top button
Close
Close