Articoli HPTerritorio

Saldi estivi Torino 2020 inizieranno il primo agosto

1210
Tempo di lettura: 2 minuti

Ancora una volta il virus cambia le abitudini, in questo caso dello shopping. Quest’anno i saldi estivi sono stati posticipati di un mese.

I saldi estivi Torino 2020 inizieranno ufficialmente sabato 1° agosto. Circa un mese in ritardo rispetto ad inizi luglio dello corso anno. La decisione è stata presa dalla Regione Piemonte considerando tutti gli aspetti post pandemia.

La decisione è nata da una sollecitazione degli assessori alle attività produttive per gestire la situazione di crisi in cui versano le attività commerciali. In particolar modo quelle del settore abbigliamento.

Come spesso succede, scelte di questo genere, non mette sempre tutti d’accordo. Di sicuro è un vantaggio per tutti i consumatori. Quest’ultimi avranno più tempo per riprendere le abitudini pre-pandemia e tornare a godere dello shopping.

saldi estivi 2020
Saldi estivi Torino 2020 inizieranno il primo agosto

Chi è a favore

Sulla decisione presa dalla Regione Piemonte di posticipare i saldi estivi, si sono resi favorevoli anche le regioni di Lombardia e Liguria. Ma anche le associazioni di categoria, Ascom e Confcommercio, sembrano essere d’accordo.

In effetti, a causa della chiusura forzata del lockdown, le vendite hanno ripreso con ritardi. Infatti, molti negozi, hanno ancora tutta la collezione primavera-estate sugli scaffali. Quindi è abbastanza naturale che anche i saldi estivi di Torino 2020 inizino con ritardo.

Tutti, però, chiedono a gran voce che tale data venga rispettata dagli esercenti sul territorio. E chiedono maggiori controlli per evitare che qualche “furbetto” possa esporre cartelli con sconti prima della data prevista. Creerebbero un danno enorme a tutti gli altri commercianti “rubando” clienti in maniera disonesta.

saldi
Saldi estivi Torino 2020 inizieranno il primo agosto

Chi è contrario

Ma ci sono anche voci nel coro che discordano sulla decisione di posticipare i saldi ad agosto. Tra questi sono proprio alcuni commercianti del settore moda che avanzano dubbi.

Sostengono, infatti, che l’emergenza sanitaria ha creato problematiche anche per quanto riguarda l’approvvigionamento di prodotto moda. Non si ha la certezza sulla consegna dei campionari per la prossima collezione primavera-estate. Normalmente questa sarebbe avvenuta nel mese di settembre ma il Covid ha allungato tutti i tempi.

In virtù di questa dilazione delle tempistiche alcuni esercenti avrebbero preferito far iniziare i saldi proprio a settembre. Altri, addirittura, pensano che sarebbe stato opportuno evitarli proprio i saldi estivi per il 2020. Dando, così, libertà di azione ai proprietari dei negozi di moda di attuare o meno sconti e in quale misura.

I saldi, dunque, potrebbero essere un incentivo all’acquisto e permettere ai negozi di far cassa. Ma questo porterebbe, di contro, ad un incasso minimo senza particolari guadagni.

La soluzione

Come deciso i saldi estivi Torino 2020 inizieranno il primo agosto. Le polemiche e i pensieri sono discordanti. Ma la Regione potrebbe mettere d’accordo tutti.

Si sta, infatti, valutando l’idea di dare la possibilità agli esercenti di fare promozioni e sconti ancor prima della data ufficiale del primo agosto. Ad oggi questa pratica è assolutamente vietata perché considerata scorretta in uno scenario di mercato competitivo.

Le tempistiche di una eventuale attuazione si sono allungate dato che prevedono un cambio legislativo. Inoltre, proprio i commercianti, avevano chiesto di evitare l’attuazione subito dopo la riapertura. Avrebbero avuto la possibilità di sfruttare i primi tempi per vendere a prezzo pieno.

Intanto alla possibilità di fare promozioni nei 30 giorni antecedente la data ufficiale di inizi saldi, si sono già date disponibili le regioni di Lombardia e Liguria.

1210

Related Articles

1210
Back to top button
Close
Close