Articoli HPTerritorio

In Val di Susa è già tutto esaurito: i piemontesi scelgono la montagna per l’estate

3839
Tempo di lettura: 2 minuti

I piemontesi si rintanano nelle seconde case di montagna, poche case rimaste da affittare a Bardonecchia e Sauze d’Oulx. Soffrono ancora gli alberghi senza gruppi di turisti

Un’estate in Val di Susa. Potrebbe essere il titolo dell’ennesimo film di Vanzina, e invece è la fotografia del post-lockdown in Piemonte.

Tanti piemontesi hanno scelto di passare la stagione estiva nelle seconde case di montagna, dato il momento di incertezza che ha caratterizzato queste ultime settimane. Così le agenzie sono rimaste con poche case da affittare ai turisti.

Bardonecchia e Sauze d’Oulx hanno registrato già il tutto esaurito per luglio e agosto: gli ultimi appartamenti ancora disponibili si trovano a 2000-2500 euro al mese. Una cifra gonfiata del 20% rispetto all’anno passato.

Una grande richiesta che si scontra con un’offerta limitata, purtroppo. Ma potrebbe comunque influire sul recupero delle perdite dovute al taglio anticipato della stagione invernale.

I turisti, quest’estate, si lanceranno sulle attività all’aperto, passeggiate, escursioni, gite in bici, sport e mercatini.

In questi giorni il team di Sauze si è attivato per ripristinare i sentieri e renderli sicuri. Tutta la vallata e la montagna, insomma, si sta attrezzando per accogliere un grande numero di villeggianti.

L’unico evento ancora incerto rimane il Concerto di Ferragosto: stando alle nuove normative anti-contagio non può permettersi le migliaia di persone che attirava gli anni scorsi.

Alberghi della Val di Susa sofferenti: alcuni non riaprono

Se da una parte le case in affitto sono già andate a ruba, dall’altra si sente la sofferenza dei grandi alberghi della Val di Susa che vivono di gruppi di turisti e viaggi organizzati.

Bardonecchia Estate
In Val di Susa è già tutto esaurito: i piemontesi scelgono la montagna per l’estate

Senza queste due categorie di utenza, rischiano di non riaprire proprio. Senza contare le spese di gestione della struttura con tutte le norme igienico-sanitarie da rispettare.

Ma l’amministrazione promette un sostegno reale per ripartire tutti insieme ed accogliere nuovamente i turisti tra i monti.

Val di Susa non solo d’estate, ma anche per vivere: i torinesi si preparano così a un nuovo lockdown

Gli esperti non sono gli unici a temere per una seconda ondata dell’epidemia. Anche molti torinesi stanno giocando d’anticipo, spostando la residenza fuori città in caso di nuovo lockdown.

Se bisogna stare chiusi in casa, tanto vale trovarsi un appartamento o una villetta con giardino, circondati dal verde.

Casa con Piscina
In Val di Susa è già tutto esaurito: i piemontesi scelgono la montagna per l’estate

Molti hanno sofferto così tanto la chiusura in pochi metri quadri o l’assenza di spazi aperti che si sono precipitati a comprare casa in vallata, dove un sentiero per le passeggiate o per fare jogging si trova sempre.

Ecco allora che la Val di Susa torna tra le prime scelte dei cittadini: in queste ultime settimane la richiesta di appartamenti è salita del 10-15%.


Gite fuori porta: nuove regole per i rifugi alpini del Piemonte

Tag
3839

Related Articles

3839
Back to top button
Close
Close