Articoli HPTerritorio

Vendesi Lingotto Fiere: se Comune e Regione non se lo comprano addio agli eventi

4441
Tempo di lettura: < 1 minuto

GL Events, proprietario del polo fieristico, lancia l’ultima offerta: 40 milioni per acquisire Lingotto Fiere, altrimenti niente più eventi a Torino

Lingotto Fiere cerca nuovi proprietari. Un grosso cartello fluo immaginario mette in vendita il polo fieristico di Torino per 40 milioni di euro.

È l’ultima proposta che GL Events, il gruppo francese proprietario della struttura, fa al Comune e alla Regione. Altrimenti si chiude.

Se Appendino e Cirio non rispondono, c’è il potenziale rischio di non poter più ospitare gli eventi e le manifestazioni che si sono sempre tenute a Torino. Dal Salone del Gusto (progettato per settembre) al Salone del Libro (con il bis organizzato per ottobre).

-->

Eventi già affossati dal caro affitti e, quest’anno, anche dall’emergenza sanitaria che ci ha tenuti tutti distanti.

Eventi annullati o rinviati a Lingotto Fiere Torino

In realtà, la questione Lingotto Fiere era in bilico già da gennaio, quando il nuovo manager di GL Events aveva sottolineato l’urgenza di rendere pubblico il centro fieristico, per equipararlo agli altri centri gestiti dal gruppo nel mondo.

Ora, con la crisi economica derivata dalla pandemia, la situazione si è fatta ancor più critica.

I francesi si vogliono tirar fuori dalle perdite e vogliono tagliare il centro torinese (e con esso 350 posti di lavoro).

Ma il Comune di Torino, già a rischio dissesto, riuscirà a prendersi in carico i padiglioni di Lingotto Fiere? O riuscirà a trovare alternative?

Il punto è che Appendino e gli altri devono decidere in fretta o dovranno dire addio agli eventi a Torino.

Tag
4441

Related Articles

4441
Back to top button
Close
Close