Urbanistica

Ancora ritardi per il grattacielo della Regione Piemonte nel 2020

4570
Tempo di lettura: < 1 minuto

Il Grattacielo della Regione Piemonte, di via Nizza, progettato dall’archistar Massimiliano Fuksas, è stato oggetto di continui ritardi e problemi anche in questo 2020. Nonostante gli sforzi per completare l’edificio, è emerso che i lavori non termineranno entro la data prevista. I dipendenti della Regione si trasferiranno nella struttura nel 2021.

Fasi alterne di crisi e ripresa

Il cantiere ha affrontato diverse fasi di crisi e ripresa nel corso degli anni. Uno dei primi problemi emersi è stato durante la bonifica dei terreni, il cui costo era inizialmente stimato intorno ai 7 milioni di euro. Tuttavia, a causa di una serie di complicazioni, il costo è lievitato a 21 milioni.

Successivamente, sono emerse altre problematiche durante i lavori di costruzione dell’edificio. Ad esempio, sono stati riscontrati difetti nelle vetrate delle finestre, con 1270 delle 2873 vetrate totali che presentavano delaminazioni e altri difetti estetici. Sono perciò state sostituite, nonostante questi problemi non influiscano sulla tenuta strutturale del vetro. Questa operazione ha avuto un costo approssimativo di 14 milioni di euro.

Senza dimenticare che nel Febbraio 2019, sono state riscontrate irregolarità nelle piastrelle utilizzate per la costruzione dell’edificio. I carabinieri avevano, infatti, posto sotto sequestro 40 piani dell’edificio e proceduto all’arresto di due persone per abuso d’ufficio.

Approvazione della variante 7 e nuovi ritardi

Nonostante tutto, è stato recentemente approvato il piano per la variante 7 sulla pavimentazione e gli impianti dell’edificio. Questa variante dovrebbe consentire di concludere il progetto. Tuttavia, dopo l’approvazione, il cronoprogramma si è nuovamente allungato. I lavori dovrebbero terminare solo a Novembre 2020, salvo ulteriori ritardi.

Una volta completato tutto, è previsto che i collaudi siano effettuati durante il periodo estivo del 2021. Questi sono ovviamente necessari per garantire la sicurezza e la qualità della struttura. Il trasferimento dei dipendenti è previsto per Settembre 2021.

Aggiornamenti futuri

La nuova data di completamento dei lavori è fissata. Potrebbero, però, emergere nuove sorprese e nuovi ritardi in questo 2020 per il grattacielo della Regione Piemonte. La complessità del progetto e le problematiche riscontrate nel corso degli anni rendono difficile prevedere con certezza quando l’edificio sarà finalmente completato.

Aggiornato il 18/01/2024

Tag
4570

Related Articles

4570
Back to top button
Close