Home Articoli HP Cantiere infinito in Piazza Bengasi, dopo 8 anni del parcheggio neanche l’ombra

Cantiere infinito in Piazza Bengasi, dopo 8 anni del parcheggio neanche l’ombra

Cantiere Piazza Bengasi
Cantiere infinito in Piazza Bengasi, dopo 8 anni del parcheggio neanche l'ombra
Tempo di lettura: < 1 minuto

Il cantiere che in questi ultimi anni ha torturato Piazza Bengasi sembra non vedere ancora la luce in fondo al tunnel.

I primi mesi del 2021 dovrebbero inaugurare la nuova stazione della Linea 1 della Metropolitana. Ma con tutta probabilità il capolinea della metro rimarrà senza parcheggio di interscambio.

Dopo 8 anni di studi e discussioni, il parcheggio interrato di Piazza Bengasi è ancora in fase di progettazione preliminare. E di sicuro non sarà pronto quando i treni passeranno sui nuovi binari.

Una notizia che getta residenti e commercianti nello sconforto. “Questa è la mazzata finale per chi ha provato a resistere per tutti questi anni”, commenta Mario Pascale, dell’associazione commercianti di piazza Bengasi. Raccoglie lo stato d’animo degli esercenti della zona che hanno perso migliaia di euro di incassi a causa del cantiere – tra i 2mila e 5mila euro al mese, secondo uno studio realizzato dagli operatori.

Cantiere Piazza Bengasi: la metro entrerà in funzione senza un’area di sosta

Se rispetteranno le tempistiche, tra marzo e aprire de 2021 la nuova tratta della Metropolitana entrerà in funzione, ma senza un’area di sosta disponibile. Chiuso lo scavo per la stazione, sarà necessario aprirne un altro per i due piani interrati da 638 posti auto.

“Senza aree di sosta disponibile sarà il caos – insiste Pascale, sottolineando come non abbia ancora visto uno schizzo della sistemazione della piazza. Dalla parte dei negozianti, anche gli ambulanti del Mercato di Piazza Bengasi, oggi in via Vigliani, che chiedono le tempistiche per la fine dei lavori. “Se faranno il parcheggio lì i tempi si allungheranno ancora e potrebbe significare la morte di quello che un tempo era il terzo mercato di Torino”, commenta il Presidente Anva Confesercenti.

Per il momento l’Assessora Viabilità e Trasporti La Pietra non fornisce tempistiche precise. “La buona notizia è che sono arrivati i 15 milioni che avevano chiesto al Ministero dell’Ambiente, che si aggiungono ai 5 stanziati, ma dovranno essere stipulate le convenzioni”, fa sapere. Ci vorranno uno o due anni ancora.

In mezzo alle polemiche anche il Comune di Moncalieri, al confine con la piazza, che aveva messo a disposizione risorse per finanziare un altro parcheggio di interscambio nel suo territorio. Un progetto che avrebbe agevolato la viabilità locale, ma di cui non si è più discusso.