Articoli HPTerritorio

Il Monviso è a rischio crollo: le preoccupanti analisi dei tecnici di Arpa

2905
Tempo di lettura: < 1 minuto

Il Monviso è a rischio crollo: le preoccupanti analisi dei tecnici di Arpa dopo la frana di fine dicembre

Il Monviso è a rischio crollo.
È questa l’allarmante conclusione tratta dai tecnici dell’Arpa circa lo stato di salute del Re di Pietra.
Alla fine dello scorso mese di dicembre  era  avvenuto un fenomeno piuttosto preoccupante. Ben 200mila metri cubi di roccia si erano staccati  dalla montagna. Un segnale che aveva costretto l’ente regionale a inviare i propri  esperti a verificare le condizioni della vetta.
Il Monviso è a rischio crollo: le preoccupanti analisi dei tecnici di Arpa
Il Monviso è a rischio crollo: le preoccupanti analisi dei tecnici di Arpa
Il quadro della situazione che ne è emerso  non porta  novità  positive, anzi.  Stando a quanto  risulta dalle analisi  portate avanti in questi giorni, rivedere altri crolli  è sempre più concreto. Dalle rilevazioni è emerso che  non sono da sottovalutare i rischi di future frane,  rese più probabili dalle condizioni climatiche e dai loro cambiamenti.

Il Monviso rischia il crollo: le previsioni per il futuro

Prendendo in considerazione le constatazioni effettuate dai tecnici Arpa, è stato possibile notare come il distacco  delle parti della roccia sia avvenuto
a quota 3200 metri, praticamente in cima al Torrione del Sucai. Gli elementi sarebbero poi giunti fino a quota 2800 metri, coinvolgendo una superficie piuttosto estesa, di lunghezza compresa tra i 45 e i 55 metri. La potenza del fenomeno ha fatto anche giungere a valle una manciata di massi piuttosto imponenti, di dimensioni comprese tra i 150 e 250 metri cubi.
 Dalle previsioni dagli esperti in causa  è stato tratteggiato un futuro  poco Roseo  per il Monviso, vista la concreta possibilità che avvenga l’erosione del permafrost. Quest’ultimo è lo strato che rimane gelato perennemente: la sua fratturazione darebbe ulteriore credito  alla tesi della caduta graduale delle parti del Monte. Uno scenario che si spera sia  molto più lontano e meno devastante rispetto a quanto preventivato.

Tag
2905

Related Articles

2905
Back to top button
Close
Close