Home Articoli HP Turismo, cresce l’occupazione alberghiera. Torino attrattiva per Natale e Capodanno 2020

Turismo, cresce l’occupazione alberghiera. Torino attrattiva per Natale e Capodanno 2020

Torino Occupazione Alberghiera
Turismo, cresce l'occupazione alberghiera. Torino attrattiva per Natale e Capodanno 2020
Tempo di lettura: < 1 minuto

Turismo, cresce l’occupazione alberghiera. Torino attrattiva per Natale e Capodanno 2020

A Torino si prospetta un Natale e un Capodanno ricco di sorprese, anche per il settore turistico-ricettivo: cresce l’occupazione alberghiera durante le festività.

Sono i dati di Federalberghi che evidenziano un incremento della percentuale di camere occupate rispetto all’anno passato. Segno che il Natale Magico organizzato dalla città di Torino piace ai turisti, che sempre più numerosi scelgono la nostra città come meta per le vacanze natalizie.

A Torino e provincia l’80% di camere sono già prenotate. Più 5 punti rispetto al 75% dello stesso periodo del 2018. E i numeri potrebbero salire in vista di Capodanno e del ponte dell’Epifania.

La crescita dimostra quanto il settore turistico-ricettivo torinese sia dinamico e vitale.

Il Capodanno magico di Torino è senza dubbio un grande evento che attrae i turisti nazionali e internazionali.

Nonostante la riduzione dei collegamenti aerei e ferroviari verso il territorio torinese, la promozione turistica della città e della provincia funziona. Grazie ai sofisticati algoritmi di intelligenza artificiale, è possibile infatti ottimizzare sempre di più le campagne pubblicitarie. Con la tecnologia che i sistemi ricettivi hanno a disposizione, si può mirare con maggiore precisione al target di riferimento, senza disperdere il budget a disposizione.
Tutto ciò ha contribuito a rilanciare ulteriormente il territorio e ad attrarre numeri sempre più alti di turisti.

Vacanze di Natale in montagna: i turisti scelgono le Valli Olimpiche del torinese

Molto positivi anche i dati che arrivano dai comprensori sciistici delle Valli Olimpiche. A pochi chilometri da Torino, la percentuale di occupazione alberghiera nei giorni del 31 dicembre e 1 gennaio rimane molto alta, in linea con i dati del 2018.

Bardonecchia (raggiungibile con il nuovo Frecciarossa che parte da Napoli), Cesana-San Sicario, Pragelato, Sauze d’Oulx, Sestriere. I turisti, così come i cittadini torinesi, continuano a scegliere la montagna come meta preferita per passare le festività.

Il bianco splendore della neve, anche quest’anno, farà da cornice per tutti gli amanti dello scii e degli sport invernali, e non solo.