Articoli HPUrbanistica

Sospeso per Natale e Santo Stefano il blocco del traffico a Torino

1376
Tempo di lettura: 2 minuti

Il blocco del traffico a Torino sarà sospeso per le giornate di Natale e Santo Stefano: aggiornamenti a partire da venerdì 27 dicembre

Il blocco del traffico a Torino sarà sospeso per le giornate di Natale e Santo Stefano.
Il capoluogo piemontese, insieme a numerosi comuni dell’area della provincia, ha deciso di sospendere temporaneamente lo stop ai veicoli. Sono confermati i blocchi strutturali, che riguardano esclusivamente i veicoli e i ciclomotori Euro 0, mentre sarà consentita la circolazione ai veicoli Euro 1, Euro 2 ed Euro 3.
Sospeso per Natale e Santo Stefano il blocco del traffico a Torino
Sospeso per Natale e Santo Stefano il blocco del traffico a Torino
Il provvedimento avrà validità comunque fino alla giornata di lunedì 24 dicembre, dalle ore 08:30 alle 14:00 per i veicoli che trasportano persone e dalle ore 16:00 alle 19:00 per i veicoli adibiti al trasporto di merci.
Dopodiché, le misurazioni di Arpa Piemonte proprio di lunedì 23 e di venerdì 27 dicembre stabiliranno se vi sarà la necessità di introdurre nuovamente il blocco o meno.

I Comuni aderenti e le disposizioni future

La disposizione era stata determinata dallo sforamento dei limiti di Pm10. Negli ultimi giorni, i dispositivi di Arpa Piemonte avevano rilevato valori di polveri sottili superiori a 50 microgrammi al metro cubo.
Una situazione che aveva decretato la necessità di imporre nuovi blocchi, che da due anni sono stati all’ordine del giorno, soprattutto nella stagione invernale.
L’occasionale caduta della neve non ha purtroppo portato i tanto desiderati miglioramenti delle condizioni dell’aria.
I Comuni coinvolti nello stop ai blocchi saranno Alpignano, Beinasco, Borgaro, Carmagnola, Caselle, Chieri, Chivasso, Collegno, Grugliasco, Ivrea, Leini’, Mappano, Moncalieri, Nichelino, Orbassano, Pianezza, Rivalta, Rivoli, San Mauro, Settimo Torinese, Torino, Venaria, Vinovo e Volpiano. Occorre però la comunicazione ufficiale da parte di ogni singolo Comune circa la volontà di porre fine temporaneamente ai blocchi.
Bisogna dunque attendere le comunicazioni delle amministrazioni comunali (alcune non si sono ancora pronunciate nella provincia), visitando anche i loro siti per avere la certezza di non incorrere in spiacevoli inconvenienti e multe salate.

Tag
1376

Related Articles

1376
Back to top button
Close
Close