Home hp1 I semafori Vista Red a Torino operativi pochi giorni prima di Natale:...

I semafori Vista Red a Torino operativi pochi giorni prima di Natale: si parte a ridosso delle feste

I semafori Vista Red a Torino operativi pochi giorni prima di Natale: si parte a ridosso delle feste
I semafori Vista Red a Torino operativi pochi giorni prima di Natale: si parte a ridosso delle feste
Tempo di lettura: 2 minuti

I semafori Vista Red a Torino saranno attivi dopo l’Immacolata: si inizia pochi giorni prima delle feste

semafori Vista Red a Torino stanno per entrare in funzione.

L’attesa per il debutto in città di questi nuovi dispositivi, che avranno la funzione di visionare e segnalare tutti coloro che transitano con il semaforo rosso, cresce. Ora, però, ci sono date certe, oltre alle ipotesi delle ultime settimane.

I semafori Vista Red a Torino operativi pochi giorni prima di Natale: si parte a ridosso delle feste
I semafori Vista Red a Torino operativi pochi giorni prima di Natale: si parte a ridosso delle feste

Le prime installazioni saranno ufficialmente operative dopo la Festa dell’Immacolata. Dopodiché, con l’avvicinamento al Natale, saranno effettivamente attivi i nuovi semafori. Una scelta, quella del Comune, che farà trovare sotto l’albero a molti torinesi, oltre ai classici regali, anche qualche multa, vista la facilità con cui verranno elargite sanzioni.

adv
Loading...

Una novità che ha già riscosso molto successo in altre città, dovrà ridurre gli incidenti grazie alle multe salate erogate ai trasgressori. Un modo per incentivare al rispetto delle regole.

I punti di installazione e le multe

 

Gli incroci che il Comune ha deciso di monitorare con i rilevatori di infrazioni ai semafori sono tredici. L’esperimento sarà avviato con tre intersezioni: corso Potenza-corso Lecce-corso Regina, corso Peschiera-corso Trapani e corso Novara-corso Vercelli.

Le telecamere saranno installate, nel corso del prossimo anno, anche in corso Unione Sovietica all’angolo con piazzale San Gabriele di Gorizia, all’angolo tra corso Peschiera e corso Trapani, all’incrocio di corso Siracusa con via Tirreno, corso Vittorio Emanuele II angolo corso Castelfidardo, corso Novara con corso Vercelli, corso Lecce con corso Appio Claudio, via Pianezza angolo corso Potenza, corso Vittorio Emanuele II con corso Vinzaglio, piazza Pitagora, corso Turati angolo corso Rosselli.

Correlato:  Auto senza conducente, a Torino si svolgeranno le prime sperimentazioni in Italia

La selezione è stata accuratamente effettuata in base al numero di infrazioni e di incidenti registrati. Si parla quindi di punti altamente e notoriamente a rischio.

Gli incroci che inizialmente adotteranno questa novità rappresentano gli apripista di questo nuovo sistema e saranno utili per valutare gli aspetti tecnici. Dopodiché si entrerà nella seconda fase, in cui saranno piazzati altri 14 apparecchi in 11 punti. Il costo complessivo per l’installazione di tutti i sistemi sarà di 400mila euro.

Ricordiamo i costi delle multe. Si dovranno pagare 41 euro di giorno e 54 euro di notte in caso di superamento della linea di arresto. In caso di passaggio con il rosso, la multa sarà di 163 euro di giorno e di 200 euro di notte. Saranno inoltre scalati 6 punti dalla patente, con raddoppio a 12 punti in caso di automobilista neopatentato.