Home Trasporti Arriva il taglio delle fermate Gtt a Torino: 30 stop eliminati dall’azienda

Arriva il taglio delle fermate Gtt a Torino: 30 stop eliminati dall’azienda

Arriva il taglio delle fermate Gtt a Torino: 30 stop eliminati dall'azienda
Arriva il taglio delle fermate Gtt a Torino: 30 stop eliminati dall'azienda
Tempo di lettura: 2 minuti

Arriva il taglio delle fermate Gtt a Torino: 30 stop eliminati dall’azienda per rendere più scorrevole e rapido il servizio di trasporto pubblico

Sta per arrivare il tanto annunciato e temuto taglio delle fermate Gtt a Torino.
La riforma della rete di trasporto pubblico locale, annunciata nei mesi scorsi dall’assessore comunale ai Trasporti Maria Lapietra, interesserà inizialmente i tram.
Il piano di revisione prevedeva inizialmente l’attuazione della priorità semaforica, con semafori intelligenti e corsie riservate, e il taglio di 41 fermate. Alla fine, le pensiline cancellate saranno una trentina, circa dieci in meno rispetto a quanto preventivato.
Arriva il taglio delle fermate Gtt a Torino: 30 stop eliminati dall'azienda
Arriva il taglio delle fermate Gtt a Torino: 30 stop eliminati dall’azienda
Comune e Gtt hanno già individuato sia le sette linee di forza che verranno interessate dai tagli sia le 30 fermate che verranno soppresse.
Le sette linee che subiranno la cancellazione di alcune fermate del loro percorso sono la linea 3, 4, 9, 10, 13, 15 e 16.

Le fermate che verranno soppresse

Nel dettaglio, la linea 3 perderà 2 fermate su 50, ossia Ricasoli e Porta Palazzo. Con il taglio si risparmierà 1 minuto per ogni corsa.
Il 4, invece, perderà ben 6 stop su 88, da indicare tra Stati Uniti, Montevideo, Settembrini, Pavese, Pavese, Vigliani, Montevideo, Stati Uniti e Vittorio Emanuele II. Qui il risparmio sarà di 4 minuti e mezzo.
Sulla linea 9 verranno tagliate ben 6 fermate su 58, ossia, Inghilterra, Provveditorato, Caltanissetta, Brosso, Provveditorato e Inghilterra.
Per la linea 10, invece, su 51 fermate ne verranno eliminate 5, ovvero Settembrini C16, Agnelli C3, Agnelli C3, Settembrini C16 e Settembrini C21. Il risparmio sarà di 2 minuti e mezzo.
La linea 13 perderà 6 fermate su 47, ossia Carlo Alberto, Le Chiuse, Tassoni, Belli, Tassoni e Le Chiuse. I minuti risparmiati saranno 3 e mezzo.
Il 15 vedrà cancellate 7 fermate su 79, scelte tra Sabotino, Pastrengo, Ricasoli, Andorno, Pallanza, Pallanza, Andorno, Ricasoli, Carlo Alberto, Pastrengo e Sabotino. Qui il risparmio sarà di 5 minuti e mezzo.
Infine, sulla linea 16 CD e 16 CS verranno soppresse 6 fermate su 80, ossia Della Rocca, Mole Antonelliana, Provveditorato, Porta Palazzo, Provveditorato e Mole Antonelliana. Con l’eliminazione di queste fermate, si risparmierà 1 minuto e mezzo di tempo.
Inoltre, il piano include nella rete di forza anche la linea 1 della metro.

Il piano di revisione per gli autobus partirà dal prossimo anno

Per quanto riguarda gli autobus, invece, le linee di forza saranno la nuova linea M2 (5-5B-18), 55, 56, 62 e 68.
Il servizio viene completato dalle 77 linee di adduzione.
La distanza tra le fermate, invece, aumenterà fino a un massimo di 500 metri.
Per quanto riguarda i bus, il taglio delle fermate e le modifiche ai percorsi operati dagli autobus, la revisione avrà inizio nel 2020.
Dunque, si tratta delle prossime mosse che l’azienda del trasporto pubblico torinese metterà in atto per rendere il servizio sempre più efficiente per gli utenti.
Correlato:  Parco della Salute di Torino, il progetto decolla: entro fine mese via alle gare per progettazione e costruzione