Home Innovazione A Torino il primo data center di Tim e Google: creerà oltre...

A Torino il primo data center di Tim e Google: creerà oltre 800 posti

A Torino il primo data center di Tim e Google: creerà oltre 800 posti
A Torino il primo data center di Tim e Google: creerà oltre 800 posti
Tempo di lettura: 1 minuto

A Torino il primo data center di Tim e Google: l’obiettivo è quello di renderlo operativo dal 2021

Nascerà a Torino il primo data center di Tim e Google.
I due colossi della tecnologia hanno deciso di puntare sul capoluogo piemontese per la realizzazione di uno dei data center più avanzato d’Europa.
Infatti, come ha spiegato l’Amministratore Delegato di Tim Luigi Gubitosi, oggigiorno occorrono delle strutture molto grandi e protette per la conservazione e la protezione dei dati.
Tuttavia, il luogo in cui sorgerà il centro non è ancora stato definito, ma, come ha affermato la Sindaca Chiara Appendino, tra qualche giorno verrà presentata una lista di papabili location in giro per la città, le quali saranno candidate per ospitare l’enorme data center.
A Torino il primo data center di Tim e Google: creerà oltre 800 posti
A Torino il primo data center di Tim e Google: creerà oltre 800 posti
Inoltre, si tratta di una grande opportunità per la città in quanto l’arrivo del data center di Tim e Google contribuirà alla creazione di oltre 800 nuovi posti di lavoro.
L’obiettivo è quello di inaugurare il tutto tra la fine del 2020 e l’inizio del 2021.
La partnership tra Tim e la Città di Torino dura ormai da molti anni.
Infatti, la città sabauda ospita il centro di ricerca e sviluppo nei cui laboratori è stata sperimentata la prima connessione 5G d’Italia e sono stati resi disponibili i primi servizi rivolti ai privati.
In questi giorni l’ad Gubitosi ha anche annunciato il lancio della prima rete live 5G Edge Cloud d’Europa con droni connessi.
La rete 5G e i droni rappresentano temi importanti per l’amministrazione che punta ad utilizzare questo tipo di tecnologia anche per monitorare i fiumi e per la sicurezza nei parchi pubblici e per controllare il restauro degli edifici.
Dunque, Torino si appresta ad accogliere il primo data center di Tim e Google.
Correlato:  Fontanella di piazza Rivoli: sgorga sul serio l'acqua del Pian della Mussa?