Home Arte Luci d’Artista a Torino dal 29 ottobre: nuova installazione in Piazza San...

Luci d’Artista a Torino dal 29 ottobre: nuova installazione in Piazza San Carlo

Luci d'Artista Torino
Luci d'Artista a Torino dal 29 ottobre: nuova installazione in Piazza San Carlo
Tempo di lettura: 2 minuti

Luci d’Artista a Torino dal 29 ottobre: nuova installazione in Piazza San Carlo.

Dal 29 ottobre al 12 gennaio 2020 le piazze e le vie di Torino saranno illuminate da installazioni artistiche contemporanee. Le novità della XXII edizione.

Dal 29 ottobre la Città di Torino sarà illuminata dalla 22esima edizione di Luci d’Artista.

La manifestazione, nata nel 1998, ha come obiettivo quello di portare l’arte in strada, fuori dagli spazi istituzionali dei musei.
Dal 29 ottobre 2019 al 12 gennaio 2020, infatti, il tessuto urbano di Torino sarà coperto dalle opere realizzate da artisti contemporanei che utilizzano la luce come pennello.

L’evento si apre ufficialmente durante lo Speciale Autunno di Contemporary Art Torino+Piemonte, il periodo in cui si concentrano i maggiori appuntamenti dedicati all’arte contemporanea in tutte le sue forme.

adv
Loading...

Il cittadino potrà godere delle opere luminose semplicemente passeggiando per le strade di Torino. Saranno 25 le installazioni allestite in città, 15 nel centro e 10 nelle circoscrizioni.

Luci d'Artista Torino
Luci d’Artista a Torino dal 29 ottobre: nuova installazione in Piazza San Carlo

Le novità di Luci d’Artista 2019-2020

Torino quest’anno amplia la collezione di luminarie aggiungendo un’inedita installazione artistica. Si chiama “M I R A C O L A“, ideata dall’artista di fama internazionale Roberto Cuoghi e realizzata in piazza San Carlo per celebrare il 500esimo anniversario della morte di Leonardo da Vinci.

Correlato:  Entro un anno l'ex Moi sarà sgomberato: in arrivo 800mila euro dal Viminale

Il nome, dal latino “ammira”, suggerisce un fenomeno visivo fuori dall’ordinario, attribuito a cause soprannaturali. Con la collaborazione delle attività commerciali presenti in piazza, le luci pubbliche e private periodicamente si affievoliranno. Si creerà una coreografia luminosa che immergerà i passanti in istanti di assoluta oscurità, per poi essere di nuovo illuminati.
Sarà un vero e proprio omaggio alle teorie sul rapporto tra luce e ombra di Leonardo da Vinci contenute nel suo Trattato della Pittura del 1540.

Ci sarà poi il riallestimento di “Doppio Passaggio (Torino)” di Joseph Kosuth, che torna nella sua collocazione originaria scelta dall’artista, il Ponte Vittorio Emanuele I.

L’installazione “Planetario” di Carmelo Giammello sarà nuovamente in via Roma, ma anche qui c’è una novità assoluta. 16 costellazioni dell’opera originaria saranno prestate alla città de L’Avana, a Cuba, in occasione dei cinquecento anni dalla fondazione della capitale cubana. Quest’anno dunque, Luci d’Artista attraversa l’oceano per creare un collegamento tra due culture.

In piazzetta Accademia Militare 3, Paratissima presenterà “Multiverso” di Carlo Bernardini. L’opera disegna trame grafiche grazie alle fibre ottiche, offrendo una percezione dinamica che muta in base al punto di osservazione.

Infine, con il progetto creativo di Alessandro Sciaraffa, la stele del Torino Outlet Village verrà trasformata in un’opera luminosa e sonora che genera aurore boreali.

Correlato:  Torna la domenica ecologica a Torino: il 24 giugno il centro città sarà chiuso alle auto