Home Articoli HP Torna Vendemmia a Torino – Grapes in Town, la rassegna che esalta...

Torna Vendemmia a Torino – Grapes in Town, la rassegna che esalta l’eccellenza vitivinicola piemontese

Torna Vendemmia a Torino - Grapes in Town, la rassegna che esalta l'eccellenza vitivinicola piemontese
Torna Vendemmia a Torino - Grapes in Town, la rassegna che esalta l'eccellenza vitivinicola piemontese
Tempo di lettura: 2 minuti

Torna Vendemmia a Torino – Grapes in Town: il nuovo format strizza l’occhio ai social network

Tra venerdì 18 e domenica 20 ottobre entrerà nel vivo la rassegna Vendemmia a Torino – Grapes in Town.
Il capoluogo piemontese ospita l’unico vigneto urbano d’Italia, quello di Villa della Regina, nato oltre 400 anni fa.
L’edizione di quest’anno avrà un nuovo format che strizza l’occhio ai social network e ai social addicted, gioca con le parole, sistema un totem per i selfie e conia gli hashtag per le stories.
Si tratta del torneo IndoVino, ovvero Indovina il Vino, a metà tra Masterchef e Amici.
Domenica 20 ottobre le squadre, divise tra under 25 ingaggiati su Instagram e gli over 25 trovati su Facebook, si sfideranno al Mercato Centrale Torino per indovinare nel minor tempo possibile la tipologia e il grado alcolico dei vini del territorio.
I capitani delle due squadre si contenderanno il titolo di “sommelier amatoriale” provando ad indovinare bianco, rosso o rosè da bendati, avvalendosi esclusivamente delle proprie papille gustative e dei produttori sparsi nel quartier generale di “Vendemmia in Città”.
Torna Vendemmia a Torino - Grapes in Town, la rassegna che esalta l'eccellenza vitivinicola piemontese
Torna Vendemmia a Torino – Grapes in Town, la rassegna che esalta l’eccellenza vitivinicola piemontese
Nel ruolo di giudici severi e goliardici ci saranno La Wanda, glitterata pr enogastronomica, Danilo Poggio, giornalista e comunicatore del vino, e lo scrittore Massimo Tallone.
Alessandra GianiCEO di Eventum che organizza la manifestazione con RegioneCittà e Camera di Commercio, ha spiegato che c’è in palio una caccia al tartufo notturna nelle Langhe.
Ci saranno anche molti altri eventi in programma per questa tre giorni dedicata al vino.
Infatti, oltre ai giochi e alle curiosità, come la Convention dei collezionisti di capsule in Galleria Umberto I, ci sarà anche l’annullo filatelico per celebrare i vini piemontesi, il tour tra le antiche bottiglie dei Savoia a Palazzo Reale, il laboratorio per il vermouth fai da te, momenti didattici, incontri con i consorzi, le associazioni e i vignaioli indipendenti.
Inoltre, sarà possibile fare anche un viaggio virtuale tra le colline e i vitigni della regione.
Al Mercato Centrale, nella “piazza del turismo”, oltre al tour si pianifica anche la nuova Carta dei Vini dell’Alto Piemonte o il Discowine del Basso.
Il Piano 35 del Grattacielo Intesa Sanpaolo, invece, si terrà il convegno della “Urban Vineyards Association”, che riunisce i vigneti sopravvissuti all’interno di centri urbani come il Clos Montmartre nel cuore di Parigi.
Infine, la rassegna di quest’anno terrà a battesimo l’anarchico balordo, ossia un Grignolino d’Asti dell’associazione produttori Bottega del Grignolino, chiamato Laudato, del 2018, nato dalle uve della vigna dedicata a Papa Francesco, di proprietà del Comune di Portocomaro, borgo di origine dei Bergoglio.
Dunque, il weekend alle porte sarà interamente dedicato ai vini piemontesi.
Correlato:  Vergnano lancia "Torino Coffee First", la guida dedicata al caffè torinese