Home Articoli HP Ospedale Molinette, mano robotica per la riabilitazione post ictus

Ospedale Molinette, mano robotica per la riabilitazione post ictus

Ospedale Molinette, mano robotica per la riabilitazione post ictus
Ospedale Molinette, mano robotica per la riabilitazione post ictus
Tempo di lettura: 1 minuto

All’Ospedale Molinette di Torino è arrivata la mano robotica per garantire ai pazienti colpiti da ictus l’accesso alle migliori cure riabilitative

Grande novità all’Ospedale Molinette di Torino.
Ospedale Molinette, mano robotica per la riabilitazione post ictus
Ospedale Molinette, mano robotica per la riabilitazione post ictus
Grazie all’investimento di Reale Foundation, la Fondazione Corporate di Reale Group, con i Rotary Torino 150Torino PolarisChivassoSt. Jean de Maurienne, arriva alla Città della Salute di Torino la mano robotica per la riabilitazione dopo l’ictus.
A beneficiare di questo esempio di tecnologia all’avanguardia sarà il Centro di eccellenza di Medicina fisica di Riabilitazione universitaria delle Molinette diretto dal Professor Giuseppe Massazza.
Nel dettaglio, la mano robotica 2.0 Gloreha per la diagnostica e la neuroriabilitazione post ictus consentirà lo sviluppo di “Riabilita”, il nuovo modello fisioterapico proposto dal Professor Massazza.
Inoltre, questo nuovo processo di avanzamento tecnologico in campo riabilitativo fornirà moderne attrezzature per garantire l’accesso alle migliori cure riabilitative del paziente.
La mano robotica è stata pensata per pazienti con paresi o plegia dovute a lesioni del sistema nervoso centrale, a quello periferico o midollari, nonché per pazienti affetti da deficit muscolo-scheletrici.
Tuttavia, il dispositivo può essere utilizzato fin dalla fase precoce e potrà accompagnare il paziente durante tutto il suo percorso riabilitativo.
Infatti, nella fase più avanzata del percorso terapeutico è possibile effettuare giochi interattivi per l’intero arto superiore e gli esercizi di stimolazione cognitiva.
L’obiettivo, nel complesso, è quello di stimolare la plasticità neuronale del paziente, oltre, ovviamente, a supportare la riabilitazione motoria dell’arte superiore.
Grazie alla mano robotica, il paziente potrà essere seguito dalla fase ospedaliera, passando per la fase extraospedaliera fino al domicilio.
 
Dunque, l’Ospedale Molinette di Torino si riconferma una delle eccellenze della sanità torinese e italiana.
(Foto tratta da ANSA.it)
Correlato:  Il trasferimento dell'Oftalmico procede: lunedì parte l'attività oculistica al San Giovanni Bosco