Home Articoli HP Arrivano i letti in affitto per dormire all’Aeroporto di Caselle

Arrivano i letti in affitto per dormire all’Aeroporto di Caselle

Arrivano i letti in affitto per dormire all'Aeroporto di Caselle
Arrivano i letti in affitto per dormire all'Aeroporto di Caselle
Tempo di lettura: 1 minuto

Dormire all’Aeroporto di Caselle è possibile: il servizio ZzzleepandGo mette a disposizione letti in affitto per i viaggiatori

Da oggi, venerdì 9 agosto, è possibile dormire all’Aeroporto di Caselle.
Arrivano i letti in affitto per dormire all'Aeroporto di Caselle
Arrivano i letti in affitto per dormire all’Aeroporto di Caselle
Dopo il suo debutto all’aeroporto milanese di Malpensa, arriva anche nello scalo torinese il servizio ZzzleepandGo.
Al livello partenze, nell’area check-in, sono state create cinque piccole lounge, in cui è possibile dormire, lavorare o rilassarsi in attesa del proprio volo.
Nel dettaglio, gli stanzini sono concepite come camere da letto, con una scrivania per lavorare, deposito bagagli, free WiFi, prese elettriche e USB, nonché uno schermo con l’orario dei voli aggiornato in tempo reale.
Inoltre, sono totalmente automatizzate e garantiscono completa privacy.
Il servizio può essere acquistato in anticipo online al costo di circa 30 euro a notte, oppure comprarlo direttamente in aeroporto in qualsiasi momento del giorno e della notte al costo di 9 euro all’ora.
Grazie al sistema totalmente automatizzato, le operazioni di check-in e check-out sono svolte dal cliente in totale autonomia.
Per quanto riguarda l’intento delle cabine, il comfort e l’igiene sono assicurati grazie ai processi di sanificazione dell’ambiente, dalla ventilazione meccanica costante e dal ricambio automatico delle lenzuola ad ogni nuovo utilizzo.
Nel caso in cui il passeggero dovesse lasciare momentaneamente la stanza, la serratura rimarrà elettronicamente bloccata e la cabina non verrà assegnata a un altro utente.
Quando il cliente dovrà abbandonare definitivamente lo stanzino, dovrà selezionare l’opzione check-out sullo schermo esterno.
Il sistema si occuperà di calcolare l’intervallo tra check-in e check-out e applicare la tariffazione, inviando la fattura all’indirizzo mail utilizzato in fase di registrazione.
Dunque, come in tutti gli aeroporti all’avanguardia, si potrà dormire anche nello scalo torinese.
(Foto tratta da aviomedia.net)
Correlato:  Torino sarà il set del film su Cesare Lombroso: riprese anche negli Usa