Economia

Quante pompe di benzina ci sono a Torino e in Provincia?

Tempo di lettura: < 1 minuto

Nella città di Torino sono 153 le pompe di benzina attive, mentre in provincia 328 in Provincia, per un totale di 481 benzinai. Ma fare benzina non è più agevole come una decina di anni addietro, visto che ogni anno chiudono 23 stazioni di servizio. Una tendenza preoccupante evidenziata da uno studio condotto da Confesercenti, che ha rilevato una drastica diminuzione del numero di impianti.

La diminuzione delle pompe di benzina a Torino

Nel 2012, nella Città Metropolitana di Torino c’erano 709 impianti di distribuzione del carburante, di cui 240 nel solo comune di Torino. Tuttavia, come scritto, nel 2022, il numero è sceso a soli 481 in totale, di cui solo 153 nel capoluogo del Piemonte. Questo significa che è stato chiuso un impianto su tre, corrispondenti a 228 in meno (-32%) a in provincia e 87 (-36%) soltanto nella città.

I motivi della chiusura delle stazioni di servizio

Il commercio e le microimprese in generale stanno vivendo una fase di crisi, e i benzinai ne risentono notevolmente. Da un lato, c’è la razionalizzazione della rete che comporta la rimozione di impianti costruiti in luoghi non più idonei. Per esempio come vicino ai semafori. Dall’altra i margini di guadagno per i benzinaio sono rimasti invariati, con un guadagno di soli 3 centesimi per litro erogato. Insomma, su una spesa di 40 euro da parte dell’automobilista, il guadagno è di soli 60 centesimi. Infatti, il resto va in tasse, accise e come utili delle società petrolifere. Come se non bastasse i benzinaio devono affrontare un aumento delle spese quali rincari in bolletta oltre l’aumento delle auto elettriche. Tutti questi fattori portano a una contrazione dei consumi di carburante. Infatti, nel solo mese di dicembre 2023, a Torino le vendite di carburante sono calate del 15-20%, il che dimostra chiaramente che la situazione non può proseguire così.

Quanto guadagna un benzinaio?

Ipotizzando l’erogazione di un milione di litri di carburante all’anno, un a pompa di benzina guadagna appena 30.000 euro lordi. Quindi, a questa cifra vanno sottratte tutte le spese per un lavoro – dal lunedì al sabato – di 9 ore e mezza al giorno, per un totale di 52 ore alla settimana.

Related Articles

Back to top button
Close