Trasporti

Nuovi autovelox installati su Corso Casale a Torino: la decisione dopo la tragedia

Tempo di lettura: 2 minuti

Il Comune di Torino ha installato nuovi autovelox dopo che una giovane studentessa ucraina è stata investita e uccisa su Corso Casale nell’ottobre 2023. Questa misura è introdotta per contrastare l’eccesso di velocità e promuovere una guida più responsabile.

La tragedia che ha portato all’azione

La tragedia che ha scosso la città di Torino è avvenuta il 20 ottobre 2023, al civico 246 di Corso Casale. Una sedicenne ucraina di nome Emilia è morta travolta da un’automobile mentre attraversava sulle strisce pedonali. Emilia, fuggita dalla guerra in Ucraina, era ospite della casa famiglia dell’associazione Casa Nostra.

La risposta del Comune di Torino

In risposta alla tragedia, il Comune di Torino ha annunciato l’implementazione di misure più severe per contrastare l’eccesso di velocità lungo Corso Casale. Questa decisione è stata presa per garantire che tragedie come quella che ha colpito Emilia non si ripetano in futuro.

L’installazione dei nuovi autovelox

Da questa mattina, gli operai sono al lavoro per l’installazione dei nuovi autovelox fissi lungo Corso Casale. Saranno posizionati due autovelox, uno per lato, al confine tra Madonna del Pilone e Sassi. Questa posizione è stata scelta strategicamente per coprire una delle zone più pericolose della strada. I nuovi autovelox sono dotati di telecamere in grado di rilevare e registrare le violazioni dei limiti di velocità.

I test e l’attivazione dei nuovi autovelox

Prima di entrare in funzione, i nuovi autovelox saranno sottoposti a una serie di test e verifiche per garantire la loro corretta calibrazione e funzionamento. Questa fase di test è fondamentale per assicurarsi che i dispositivi siano affidabili e in grado di catturare accuratamente le violazioni dei limiti di velocità. Una volta completati i test, i nuovi autovelox saranno attivati e pronti a registrare le infrazioni.

L’efficacia

L’installazione dei nuovi autovelox su Corso Casale mira a scoraggiare i guidatori indisciplinati e a promuovere una guida più responsabile e sicura. La presenza di queste apparecchiature di controllo della velocità servirà come deterrente per coloro che potrebbero essere tentati di superare i limiti di velocità consentiti. I dati raccolti dai nuovi autovelox saranno utilizzati per monitorare e valutare l’efficacia di questa misura nel ridurre gli incidenti stradali e garantire la sicurezza di pedoni e automobilisti lungo Corso Casale.

L’importanza dell’educazione stradale

Oltre all’installazione dei nuovi autovelox, il Comune di Torino sottolinea l’importanza dell’educazione stradale. È fondamentale che i guidatori siano consapevoli dei pericoli della velocità e delle conseguenze che possono derivare da una guida imprudente. L’educazione stradale dovrebbe essere una priorità e dovrebbe essere insegnata fin dalle scuole elementari. Solo attraverso una combinazione di misure di controllo e educazione stradale si potrà promuovere una guida più sicura e prevenire tragedie come quella che ha colpito Emilia.

Related Articles

Back to top button
Close