Mole24 Logo Mole24
Home » Trasporti » Lunedì 18 settembre 2023 sciopero del trasporto pubblico di Torino

Lunedì 18 settembre 2023 sciopero del trasporto pubblico di Torino

Da Alessandro Maldera

Settembre 12, 2023

Lunedì 18 settembre 2023 si prospetta una giornata difficile per i pendolari di Torino e della sua prima cintura. Le organizzazioni sindacali FAISA-CISAL e FAST-CONFSAL hanno infatti deciso di indire uno sciopero di 24 ore. Alla base della decisione la mancanza di dialogo tra l’azienda e i sindacati, almeno a detta di questi ultimi.

Disinteresse verso le Istanze dei Lavoratori

Uno dei motivi principali che ha portato alla decisione di indire uno sciopero è il totale disinteresse da parte dell’azienda Gtt verso le legittime richieste dei lavoratori. Oltre alle frequenti aggressioni verbali e fisiche ai conducenti, i sindacati lamentano una mancanza di rispetto nei confronti dei dipendenti.

Richiami Prodotti Italia App

Le organizzazioni sindacali FAISA-CISAL e FAST-CONFSAL sottolineano come la conciliazione dei tempi di vita con quelli di lavoro risulti impossibile per i dipendenti di Gtt. Non è consentito agli autisti prendere un giorno di ferie o recarsi a fare una donazione di sangue, a causa delle condizioni lavorative proibitive. Inoltre, le organizzazioni sindacali evidenziano che l’azienda ha scelto di esternalizzare una parte dei controlli sui mezzi e le manutenzioni, Quest’ultima è una scelta che ha portato ad un aumento dei carichi di lavoro e delle difficoltà per chi rimane in servizio.

Carenza di Organico

L’aumento del lavoro e la carenza di personale rappresentano uno dei principali problemi che affliggono l’azienda Gtt. Mese dopo mese, autisti e operai lasciano il lavoro a causa delle pessime condizioni lavorative e della mancanza di adeguato riconoscimento economico. Questa situazione sta aggravando ulteriormente la già seria carenza di organico.

Le organizzazioni sindacali sottolineano come non ci siano notizie sul rinnovo del parco mezzi in dotazione alla Centrale e agli addetti metro. Le auto in questione evidenziano problemi di comfort e sicurezza, ma l’azienda sembra ignorare queste criticità, mettendo a rischio sia i conducenti che i passeggeri.

Presidio davanti al Comune di Torino

Come forma di protesta, oltre allo sciopero, è stato organizzato un presidio davanti al Comune di Torino, che si terrà il 18 settembre dalle ore 10 del mattino. I sindacati intendono portare avanti le loro richieste e far sentire la voce dei lavoratori di Gtt in modo chiaro e deciso.

Durante il presidio, verranno evidenziate le problematiche che affliggono la società di trasporti pubblici e saranno avanzate richieste concrete per migliorare le condizioni di lavoro dei dipendenti. È prevista una partecipazione numerosa, con l’obiettivo di ottenere un vero e proprio cambiamento all’interno dell’azienda.

Alessandro Maldera Avatar

Alessandro Maldera

Giornalista, ha collaborato per molti anni con testate giornalistiche nazional e locali. Dal 2014 è il fondatore di mole24. Inoltre è docente di corsi di comunicazione web & marketing per enti e aziende