Mole24 Logo Mole24
Home » Cronaca di Torino » Le comunità montane di Torino sono senza segnale Tv

Le comunità montane di Torino sono senza segnale Tv

Da Alessandro Maldera

Agosto 12, 2023

Le comunità montane della provincia di Torino sono afflitte da un problema che sembra non trovare soluzione: la mancanza del segnale televisivo. Secondo gli ultimi dati disponibili, più di 60.000 famiglie non ricevono il segnale televisivo nelle loro case. Un problema aggravato dal passaggio al nuovo digitale terrestre, che ha causato la mancanza del segnale del 90%. Una situazione che persiste da oltre 10 anni, a cui non si è ancora posto rimedio

Il passaggio al digitale terrestre e i problemi di ricezione

Il passaggio al digitale terrestre avvenuto negli ultimi anni ha rappresentato una svolta tecnologica per la televisione. Tuttavia, nelle comunità montane della provincia di Torino, questo passaggio non ha fatto altro che peggiorare la ricezione.

Richiami Prodotti Italia App

Secondo gli esperti, il motivo di questa assenza di segnale è il mancato aggiornamento dei ripetitori. Molti di essi sono obsoleti e non sono stati adeguatamente potenziati per supportare la trasmissione del segnale digitale. Questo ha comportato che molte famiglie si siano dotate a proprie spese di un’ antenna parabolica o di una Smart TV collegata a Internet. E secondo una stima approssimativa, il costo medio per famiglia per avere una parabola di proprietà è di circa 350 €.

Per risolvere il problema, e quindi aggiornare i ripetitori delle valli di montagna il costo sarebbe di circa 3 milioni di euro.

La necessità di un intervento urgente

Il ministro delle Imprese e del Made in Italy, Adolfo Urso, ha affrontato questo problema durante un’intervista alla Vigilanza Rai. Quest’ultimo ha sottolineato la necessità di di garantire una copertura televisiva a tutti i cittadini, indipendentemente dalla loro ubicazione e che presto il Governo interverrà.

Alessandro Maldera Avatar

Alessandro Maldera

Giornalista, ha collaborato per molti anni con testate giornalistiche nazional e locali. Dal 2014 è il fondatore di mole24. Inoltre è docente di corsi di comunicazione web & marketing per enti e aziende