Territorio

Sacro Monte di Varallo: un tesoro sacro d’inestimabile bellezza

Tempo di lettura: 2 minuti

Il Sacro Monte di Varallo è un luogo di grande interesse storico, artistico e spirituale in Piemonte. Situato nell’omonimo comune della Valsesia, in provincia di Vercelli, questo complesso monumentale vanta una storia millenaria ed e stato inserito nell’elenco dei Patrimoni dell’Umanita UNESCO.

L’origine del Sacro Monte

L’idea di creare un luogo sacro che riproducesse la vita di Gesu Cristo risale all’inizio del XV secolo, da parte del frate francescano Bernardino Caimi. L’uomo fede costruire un complesso monumentale che ricalcasse i luoghi sacri di Gerusalemme, affinchè i fedeli compissero un pellegrinaggio, anche, senza recarsi in Terra Santa.

Così, sullo sperone roccioso che sovrasta Varallo, vennero costruite delle cappelle che raffiguravano le scene principali della vita di Gesù. Statue e pitture che riproducevano con grande realismo i personaggi e gli ambienti dell’epoca.

L’arte e l’architettura

Uno dei tratti distintivi del Sacro Monte di Varallo è la sua straordinaria bellezza artistica ed architettonica. Nel corso dei secoli, infatti, molti artisti e architetti hanno contribuito a decorare le stanze di preghiera e le altre strutture del complesso.

Uno dei piu noti e Gaudenzio Ferrari, che nel Cinquecento realizzò molte delle statue e degli affreschi che ancora oggi adornano l’area. Ma non sono mancati altri grandi artisti, come Fermo Stella, Melchiorre e Antonio d’Enrico, il Morazzone e Jean de Wespin.

Le cappelle sono quarantacinque, e contengono più di ottocento statue in terracotta e legno, a grandezza naturale.

Il percorso devozionale

Il cammino di fede si snoda tra vie e piazzette, e permette ai visitatori di immergersi completamente nella narrazione della vita di Gesu. Un luogo sacro che si presta perfettamente al pellegrinaggio e alla riflessione spirituale.

  • Le prime diciannove cappelle narrano i fatti dall’Annunciazione all’ingresso di Gesu a Gerusalemme, e sono ambientate nel declivio del monte, tra piante e verde.
  • La seconda zona dopo la Porta Aurea, è impostata come una città, con palazzi, portici e le due piazze- Le cappelle narrano i fatti avvenuti entro e presso le mura di Gerusalemme, dall’Ultima Cena all’Assunzione di Maria.

La basilica del Sacro Monte di Varallo

La basilica è la stazione finale del cammino spirituale: chiesa, costruita nel Cinquecento su progetto di Galeazzo Alessi, e un capolavoro rinascimentale.

All’interno del luogo sacro vi sono dipinti e opere d’arte tra cui spicca: l’altare maggiore, realizzato da Gaudenzio Ferrari. La chiesa e un luogo di grande spiritualità e raccoglimento, che invita i visitatori alla preghiera e alla meditazione.

Patrimonio UNESCO

L’area in provincia di Vercelli è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanita UNESCO nel 2003, insieme ad altri otto Sacri Monti presenti in Piemonte e Lombardia. Questo riconoscimento testimonia l’importanza storica e artistica del complesso monumentale, che rappresenta uno straordinario esempio di architettura religiosa.

Come visitare il Sacro Monte di Varallo

Il luogo è aperto tutto l’anno, ma gli orari di apertura possono variare a seconda della stagione. Per visitare il complesso e necessario acquistare un biglietto d’ingresso, che costa circa 10 euro per gli adulti.

Durante la visita e importante rispettare le regole del luogo sacro, evitando di fare rumore o di disturbare i visitatori. Inoltre, e necessario vestirsi in modo adeguato, coprendo le spalle e le gambe.

Per maggiori informazioni consultare il portale web

Tag

Related Articles

Back to top button
Close