Mole24 Logo Mole24
Home » Economia » I fondi PNRR sono a rischio: Torino rischia di perdere molte opere pubbliche già approvate

I fondi PNRR sono a rischio: Torino rischia di perdere molte opere pubbliche già approvate

Da Alessandro Maldera

Agosto 01, 2023

La rimodulazione dei fondi PNRR sta mettendo a rischio numerosi progetti a Torino. Con oltre 200 milioni di euro in gioco, il sindaco Stefano Lo Russo ha lanciato l’allarme. I fondi destinati alla di riqualificazione urbana potrebbero venire a mancare, nonostante siano già stati approvati.

La situazione attuale

Il governo ha deciso di riprogrammare i fondi europei, sottraendo risorse a diversi progetti in tutta Italia. Nel capoluogo piemontese e provincia, ben 83 interventi, per un totale di 223 milioni di euro, sono a rischio. Già l‘85% di questi progetti è stato aggiudicato e i lavori sono fase di avvio. La revisione da parte di Roma mette in pericolo la realizzazione di importanti opere, come l’ampliamento delle biblioteche cittadine e la riqualificazione di aree verdi e strutture pubbliche.

Richiami Prodotti Italia App

L’importanza dei fondi PNRR per Torino

I fondi PNRR rappresentano un’opportunità unica per la città che si è distinta per la propria efficienza progettazione e in un primo utilizzo delle risorse assegnate. E tra l’altro, già, una parte dei soldi provenienti dall’Europa è stata investita in importanti progetti, come l’acquisto di centinaia nuovi mezzi di trasporti pubblici.

I progetti a rischio

La lista delle opere a rischio è lunga e comprende interventi di diversa natura. Tra quelle in pericolo ci sono:

  • 19 biblioteche cittadine
  • il restauro di edifici storici come il mausoleo della bella Rosina e la riqualificazione delle aree verdi circostanti
  • il parco Rignon
  • nove mercati cittadini
  • impianti sportivi, come lo stadio Nebbiolo e il parco Ruffini
  • interventi nelle scuole, come la ristrutturazione di otto edifici
  • la creazione di nuovi alloggi di edilizia popolare.

Urgenza di trovare una soluzione

Il capoluogo sabaudo è stata tra le più virtuose in Italia e che ha investito in modo efficace e veloce i fondi PNRR assegnati. Merito di un gran lavoro da parte delle istituzioni locali. Infatti, molti lavori erano già in fase di avvio e la città metropolitana ha già completato le procedure per l’affidamento dei cantieri per altri interventi. E così il primo cittadino – Lo Russo – ha chiesto un incontro urgente con il ministro competente. Bisogna capire come garantire la continuità dei progetti e di non interrompere i lavori già avviati, non bisogna perdere tempo.

Alessandro Maldera Avatar

Alessandro Maldera

Giornalista, ha collaborato per molti anni con testate giornalistiche nazional e locali. Dal 2014 è il fondatore di mole24. Inoltre è docente di corsi di comunicazione web & marketing per enti e aziende