Enogastronomia

World’s Best Vineyards: nella Top50 c’è una cantina del Piemonte

Tempo di lettura: < 1 minuto

Grande gioia per le Langhe e per il Piemonte: la cantina Monsordo Bernardina entra nella Top50 della classifica World’s Best Vineyards.

Una cantina del Piemonte nella Top50 della World’s Best Vineyards 2023

Lanciato a Londra nel 2019, il World’s Best Vineyards è un concorso mondiale per l’enoturismo che premia le 100 cantine più suggestive del mondo. La competizione, infatti, premia le cantine che tutti i wine lovers del mondo dovrebbero visitare almeno una volta nella vita. A votarle è una giuria composta da oltre 500 tra intenditori, sommelier ed esperti di viaggi.

Quest’anno la premiazione, tenutasi presso la tenuta Bodegas Beronia, situata nella spagnola regione di Rioja, ha segnato un grande successo per il Piemonte. Infatti, la tenuta Monsordo Bernardina, cantina di Alba, ha scalato a classifica passando dal 62esimo posto al 29esimo. Grande soddisfazione per tutta la famiglia Ceretto che, guidata da Bruno, Marcello e i rispettivi figli, guida da anni la cantina. Il premio rappresenta per loro soprattutto un riconoscimento per il duro lavoro quotidiano che svolgono ogni giorno alla tenuta Monsordo Bernardina: si tratta di un impegno a tutto tondo, che passa dalla cura della vigna allo spazio di accoglienza della tenuta.

Una classifica per scoprire le migliori esperienze nelle cantine di tutto il mondo

La cantina Monsordo Bernardina non è solo la prima italiana in classifica, ma è anche l’unica a piazzarsi nella Top50. Un peccato per l’Italia, che l’anno scorso aveva portato in classifica altre tre cantine: Donna Fugata, Ferrari Trento e Marchesi Antinori. Quest’ultima, lo scorso anno, aveva conquistato il primo posto e perciò quest’anno non è stata considerata per a premiazione. Invece, World’s Best Vineyards ha deciso di inserirla nella Hall of Fame dei dei vinciori. Escono invece dalla Top100 sia la cantina Gaja sia la tenuta Marchesi del Barolo.

Sullo scalino più alto del podio è arrivata la cantina argentina Catena Zapata, fondata dal marchigiano Nicola Catena a fine Ottocento. La tenuta, negli anni, è diventata un vero e proprio punto di riferimento per il mondo enologico del Sud America e non solo. Al secondo e terzo posto, invece, troviamo la cantina spagnola Bodegas de los Herederos del Marqués de Riscal e la cilena VIK.

Tag

Related Articles

Back to top button
Close