Economia

Come prendersi cura delle scarpe per mantenerle come nuove?

1501
Tempo di lettura: 3 minuti

Lo sappiamo tutti. Abbiamo un bel paio di scarpe nuove, ma dopo pochi mesi di utilizzo sono quasi da buttare. Sembra un problema irrisolvibile, ma è vero il contrario. Spesso basta “solo” una scelta ponderata del modello che fa al caso nostro e la giusta cura per mantenere i vostri modelli preferiti come nuovi molto più a lungo, come illustrato di seguito.

Scegliere il modello giusto

La chiave del successo è la scelta delle scarpe giuste: dipende dal numero, dal materiale, dal colore, dalla costruzione della scarpa e da tutta una serie di altri fattori. Ad esempio, se ti trovi spesso in un ambiente polveroso, le scarpe da ginnastica bianche scamosciate saranno davvero belle solo per le prime ore, mentre quelle da passeggio o alla moda o non saranno le più adatte all’uso quotidiano. Anche per quanto riguarda le dimensioni, è necessario scegliere la taglia con molta attenzione. Le scarpe troppo piccole non solo sono scomode, ma possono anche subire più facilmente alcune deformazioni. Tuttavia, una scarpa

più grande in cui il piede si muove non è certo migliore. Questo non solo porta a vesciche e altri problemi di salute, ma allo stesso tempo danneggia rapidamente l’interno della scarpa. È importante ricordare che non solo nelle diverse stagioni, ma anche durante il giorno, il piede può gonfiarsi in modo diverso e cambiare leggermente dimensione. Pertanto, non è consigliabile acquistare scarpe estive in inverno o provare un nuovo modello di prima mattina.

Utilizzare l’impregnazione

Per proteggere le scarpe e allo stesso tempo migliorare le proprietà del materiale, non bisogna dimenticare l’impregnazione. Tratta le scarpe prima del primo utilizzo e ripeti il processo regolarmente. Scegli poi preferibilmente prodotti impermeabili adatti al materiale specifico, per evitare danni alla struttura o scolorimenti. Un’impregnazione scelta correttamente protegge le scarpe dallo sporco e ne aumenta l’impermeabilità.

La manutenzione regolare è la chiave del successo

La sola impregnazione regolare non è sufficiente. Infatti, le scarpe devono anche essere pulite regolarmente. A questo scopo, il lavaggio in lavatrice può essere la prima cosa che viene in mente, ma i produttori non lo consigliano perché potrebbe rovinare le scarpe. In ogni caso, le scarpe in pelle o similpelle non vanno lavate in lavatrice.

È meglio scegliere altri metodi di manutenzione, che a loro volta variano leggermente a seconda del materiale utilizzato:

● Pelle liscia – rimuovere lo sporco con un panno in microfibra o un panno umido. Dopo l’asciugatura, applicare sulle scarpe una crema speciale, che può essere completamente incolore o della stessa tonalità della pelle delle scarpe. Infine, trattare le scarpe con un’impregnazione

● Pelle verniciata: anche in questo caso, utilizza un panno umido o una microfibra e poi un prodotto specifico per la pelle verniciata. Le normali creme o gli impregnanti non funzionano perché non penetrano attraverso lo strato di lacca.

● Pelle scamosciata – non utilizzare panni su velluto o nubuck e munitevi di una spazzola. Non esistono creme adatte a questo tipo di scarpa, ma sono disponibili spray e impregnanti specifici per il camoscio.

● Similpelle – un materiale relativamente poco impegnativo, per il quale è sufficiente un panno umido e un classico impregnante studiato per le superfici sintetiche.

● Tessili – servirsi di una spazzola o un panno umido per lo sporco minore, quindi rimuovere lo sporco più esteso con detergenti in schiuma studiati per i tessuti. Utilizzare un impregnante studiato per i tessuti.

Il metodo di conservazione gioca un ruolo importante

FAVI.it, Scarpiera RETRO 77×90 cm beige

Tomaie deformate, tacchi graffiati o altri danni. Queste possono essere le conseguenze di una cattiva conservazione. Forse le peggiori sono le paia sparse per il corridoio in vari strati o lo stoccaggio alla rinfusa di scarpe in grandi scatole e armadietti senza organizzatori. Come fare, quindi, nel modo giusto? Per le scarpe che indossi attualmente, una scarpiera ti sarà utile, poiché sono disponibili in molte forme, dimensioni e design diversi.

Poi riponi i modelli in attesa della prossima stagione in spazi contenitivi come armadi, ripostigli o altri spazi appositi. Puoi utilizzare le scatole in cui hai acquistato le scarpe, oppure i vari organizer e scomparti in tessuto o plastica che si trovano nei negozi. Prepara sempre le tue scarpe in modo adeguato prima di metterle a riposo per la stagione. Oltre a una pulizia completa e ad altre operazioni che dipendono dal materiale degli stivali, è importante evitare che si deformino. A questo scopo possono essere utili non solo i già citati organizer che separano ogni paio dall’altro, ma anche vecchi giornali da accartocciare nelle scarpe. Se conservi le scarpe in cantina o in garage, assicurati di proteggerle dall’umidità o dai parassiti.

1501

Related Articles

1501
Back to top button
Close