Enogastronomia

“Tellia” sforna il primo pane di farina di grillo di Torino

2992
Tempo di lettura: 2 minuti

A Torino è stato sfornato il primo pane con farina di grillo: è quello di “Tellia“, la panetteria di Enrico Murdocco.

Presto arriverà a Torino il pane prodotto con la farina di grilli

Se non si tenesse conto dell’etichetta, del prezzo e dei consigli del venditore, nessuno potrebbe dire che il pane di “Tellia”, in corso Sebastopoli, sia prodotto con farina di grillo.

Il prodotto, infatti, si presenta come una normale pagnotta, dalla crosta croccante e dalla mollica umida (grazie alla minore presenza di glutine). Al gusto, poi, non ci si deve aspettare nulla di troppo particolare o esotico: la farina di grillo, infatti, aggiunge al pane un leggero aroma, simile a quello della nocciola.

Il prodotto deve ancora essere studiato dal punto di vista nutrizionale, ma al momento promette bene. Infatti, oltre ad avere un alto contenuto di proteine (il che lo rende perfetto per gli sportivi) sarebbe un buon alleato contro le malattie infiammatorie. Inoltre, andrebbe a ridurre il carico glicemico attraverso dei grassi “positivi” (come gli omega 3 e omega 6).

Un pane innovativo dal gusto classico

Enrico Murdocco, “panificatore per natura”, ha preferito sorvolare sulle critiche e gli insulti che gli stanno arrivando numerosi dopo l’annuncio della produzione. Ha preferito, invece, sottolineare i perché della sua scelta di iniziare a produrre un pane così particolare.

Il panettiere ha spiegato che la sua intenzione era quella di proporre ai clienti un pane che ad un primo impatto possa sembrare “classico” che, allo stesso tempo, potesse risultare innovativo. Murdocco, dopo aver provato diverse miscele di farina, ha raggiunto le proporzioni perfette per raggiungere il suo scopo. Si tratta di un mix di farina di grillo, grano tenero e grani siciliani, che vanno ad equilibrare il sapore tipico della farina di insetti.

Torino aspetta la messa in vendita del pane di farina di grillo 100% piemontese

Il pane a base di farina di grillo, al momento, non è ancora in vendita. “Tellia”, infatti, sta aspettando il momento in cui potrà portare al consumatore un prodotto 100% italiano.

Infatti, al momento, la farina di grillo che arriva in Italia arriva dal Vietnam tramite una ditta di Scalenghe, la “Italian Cricket Farm“. A Murdocco, invece, piacerebbe produrre del pane con farine prodotte sul nostro territorio. Per questo motivo, prima di mettere in vendita il pane, sta aspettando che venga autorizzata la commercializzazione di farina prodotta in Italia.

Il prezzo, invece, è già stato deciso: le pagnotte di farina di grillo arriveranno a costare 20 euro al chilo. Si tratta di una cifra decisamente superiore alle altre produzioni, dovuto soprattutto al costo della materia prima. Infatti, al momento, la farina di grillo arriva ad avere un prezzo di 35 euro al chilo.

Per Murdocco, il produrre un pane derivante da questo tipo di farina rappresentava una vera e propria sfida. Spinto un po’ dalla moda, dalla curiosità e dalla voglia di mettersi alla prova con un nuovo materiale, il panettiere ha effettuato diversi test per arrivare ad un prodotto che lo soddisfacesse.

Certamente, Murdocco era consapevole che le critiche gli sarebbero presto piovute addosso, ma è stato un rischio calcolato. Alla fine, il pane di farina di grillo è un prodotto sostenibile, dall’alto valore nutrizionale. Non bisogna aspettarsi che si diffonda su larga scala, ma andrà ad interessare solo una piccola nicchia del mercato. Inoltre, aggiunge il panettiere, ognuno avrà la facoltà di scegliere se acquistarlo oppure no.

Asja D’Arcangelo

Tag
2992

Related Articles

2992
Back to top button
Close