AnimaliArticoli HP

Würstel avvelenati in Campidoglio: sono tre i cani morti

1427
Tempo di lettura: < 1 minuto

Sono già tre i cani morti a causa dei wrüstel avvelenati che, tra il primo e il 6 di gennaio, sono stati sparsi nell’area cani di corso Svizzera, in Campidoglio.

Bocconi letali nell’area cani: tre le vittime

I würstel letali sono stati ritrovati un po’ ovunque nell’area cani dei giardini Sanctus e davanti alla chiesa Sant’Anna. Dopo le prime morti, in Campidoglio si è subito formato un comitato che intende fare luce sulla vicenda.

Il comitato, al momento, sta raccogliendo delle firme per installare delle telecamere nell’area cani. Inoltre, si è attivato per monitorare la situazione, in modo da trovare preventivamente le esche e segnalarle tramite l’App “Boccone Avvelenato”.

Le autorità cercano di fare luce sulla vicenda

Purtroppo, la nostra città non è nuova a episodi simili. A novembre, poco più di un mese fa, sono 5 i cani a essere stati uccisi con dei bocconi avvelenati. Le autorità sospettano che l’avvelenamento, avvenuto in zona Madonna di Campagna, sia stato compiuto per vendetta nei confronti dei padroni che non raccolgono gli escrementi dei loro animali.

Le istituzioni della Circoscrizione 4 si sono date subito da fare per risolvere la situazione. Nel frattempo, si continuerà a monitorare l’area cani.

Al momento, si sta aspettando il risultato delle analisi delle esche, che oltre per gli animali, potrebbero essere pericolose anche per l’uomo. Soprattutto i bambini sono a rischio, dal momento che, se le trovassero, potrebbero raccoglierle e ingerirle. Anche il solo contatto con i wrüstel letali avrebbe potuto causare degli sfoghi.

Se i colpevoli dovessero essere trovati, per loro ci saranno sicuramente delle ripercussioni penali. Al momento si ipotizza che possano essere persone con molto tempo libero, dal momento che sono stati scavati per inserirvi il veleno e poi ricuciti.

Si consiglia di fare molta attenzione ai cani e ai bambini quando ci si trova all’interno dell’area cani, anche perché alcuni bocconi sono stati trovati vicino alle aree gioco.

In caso di ritrovamento di un’esca, la cosa migliore da fare è avvertire i vigili e farla analizzare, in maniera gratuita, dall’Asl o dall’Istituto zooprofilattico.

Asja D’Arcangelo

1427

Related Articles

1427
Back to top button
Close
Close