Cronaca di Torino

La Regione Piemonte finanzia 162 cantieri di lavoro

1226
Tempo di lettura: < 1 minuto

L’assessorato al Lavoro della Regione Piemonte, guidato da Elena Chiorino, ha appena approvato 162 cantieri di lavoro presentati da 127 Comuni della Regione.

Approvati 162 cantieri per offrire ai disoccupati un posto di lavoro

La Regione Piemonte continua a offrire alle persone più svantaggiate, che non riescono a inserirsi nel mondo del lavoro, delle opportunità concrete di occupazione.

L’assessorato ha infatti approvato 162 dei progetti presentati dai comuni della regione al bando avviato la scorsa estate.

L’obiettivo è quello di offrire un lavoro alle persone disoccupate e in condizione di svantaggio. Le persone che si candideranno verranno inserite presso i cantieri presenti in tutta la regione.

L’assessora Chiorino ha commentato questa decisione in modo positivo. Ha inoltre ribadito che la Regione sta continuando a lavorare per favorire l’occupazione dei disoccupati senza incentivarne l’assistenzialismo.

Ecco come funzioneranno i 162 cantieri approvati dalla Regione

Per attuare questo progetto, in Piemonte si sono utilizzati importanti fondi regionali destinati all’approvazione di diversi cantieri di lavoro. Questi sono collocati su tutto il territorio regionale, e sono molto diversi tra loro, sia come grandezza sia come importanza.

I nuovi assunti lavoreranno per la realizzazione di opere di pubblica utilità come attività forestali, vivaistiche, di rimboschimento, di sistemazione e d’intervento in montagna. Tutte queste mansioni saranno volte al miglioramento dell’ambiente e delle aree urbane presenti in Piemonte.

Il progetto ha una doppia utilità, dal momento che permette ai cittadini di trovare un’occupazione e alle amministrazioni di avere del personale in più.

Dei 162 progetti approvati dalla Regione:

  • 16 sono nell’Alessandrino;
  • 18 si trovano nell’Astigiano;
  • 2 sono nel Biellese;
  • 13 sono nel Cuneese;
  • 20 si trovano in provincia di Novara;
  • 58 nel territorio della Città Metropolitana di Torino;
  • 4 sono nel Verbano-Cusio-Ossola;
  • 10 si trovano nel Vercellese.

Per questi progetti, la Regione Piemonte ha stanziato ben 3 milioni di euro. Dei 162 i progetti approvati, 141 si rivolgono 710 disoccupati. 21, invece, si rivolgono a 68 persone sottoposte a misure di restrittive.

Dopo 90 giorni, impiegati per la scelta del personale, i cantieri, che dureranno dai 40 ai 260 giorni, potranno partire. I lavoratori si divideranno in due categorie: chi ha restrizioni alla libertà personale e chi vive in condizioni di disoccupazione o disagio personale.

Percepiranno un indennizzo giornaliero che varia dai 20 ai 35 euro al giorno (con assicurazioni comprese) e svolgeranno lavori utili alla comunità. Ad esempio, potrebbero occuparsi della pulizia delle strade o di servizi per il turismo.

1226

Related Articles

1226
Back to top button
Close
Close