Articoli HPEconomia

Quanti metri quadri si possono comprare a Torino con 150 mila euro?

7584
Tempo di lettura: 2 minuti

Dal 2016, a Torino è cresciuto il numero di metri quadri acquistabili con 150 mila euro in periferia, mentre è dimiuito nelle zone del centro.

Diminuisce il potere d’acquisto nelle zone centrali di Torino

A parlare è Reopla, un operatore del settore immobiliare innovativo.

Per svolgere le sue ricerche, infatti, si affida non solo ai parametri tradizionali, ma anche all’uso delle nuove tecnologie e dei big data.

Secondo la ricerca, a partire dal 2020, la quantità di metri quadri che ci si poteva permettere con questo budget a Torino ha iniziato a diminuire fino alla metà del 2022.

Le zone della città più colpite, però, sembrano proprio essere quelle di maggior pregio.

Il centro storico, la zona più colpita dalla decrescita

La zona di via Roma è un esempio perfetto della situazione che si è venuta a creare.

L’area, una delle più prestigiose e centrali di Torino, ha visto scendere la sua capacità di acquisto con 150 mila euro del 29,23% (dal 2016 al 2022).

Nel 2016, infatti, in questa zona con 150 mila euro ci si poteva permettere di comprare uno spazio di 51 metri quadri.

Ora, invece, si è scesi alla cifra di 36 metri quadri abbondanti, che corrispondono ad un monolocale.

Anche in altre zone della città ci sono stati cali, anche se di entità minore.

Un esempio è la zona di corso Stati Uniti, dove si è scesi da 83,7 metri quadri fino ai 52,9 metri quadri di oggi.

Il calo in questa zona è arrivato infatti al 12%.

Anche le zone di piazza Castello e via Garibaldi sono state colpite da cali nel potere d’acquisto.

Nella prima si è scesi da 60 a 54,5 metri quadri, per un calo complessivo del 10%.

In via Garibaldi, invece, si è passati da 67,8 a malapena 60 metri quadri.

Anche piazza Carlina ha subito un destino simile, dove con 150 mila euro si è passati dal poter acquistare 49,7 metri quadri di superficie a 43,6.

Una diminuzione complessiva che dal 2016 è scesa del 12,24%.

Un altro esempio che si può portare è quello della zona Duchessa Jolanda.

Anche qui, infatti, si evidenziano evidenti aumenti nelle quotazioni.

Con 150 mila euro, nel 2016, ci si poteva permettere un appartamento di 71,7 metri quadri, oggi, invece, si è scesi a 66,5.

Il potere d’acquisto aumenta nelle periferie

Se si guardano però altre zone della città, si scopre che non dappertutto la situazione è la stessa.

A causa della parallela decrescita dei valori al metro quadro, infatti, alcuni quartieri di Torino hanno visto aumentare di molto i metri quadri acquistabili con 150 mila euro.

La zona i cui dati colpiscono di più è senza dubbio quella di corso Botticelli e del cimitero monumentale.

Qui, infatti, il potere d’acquisto è salito del 41% nel corso degli ultimi sei anni.

Se nel 2016 si poteva acquistare una superficie di 80 metri quadri, oggi invece si può arrivare a 113.

Anche la zona Parella ha subito queste stesse variazioni: si è infatti passati da 89 a ben 99,2 metri quadri acquistabili con 150 mila euro.

L’aumento, in questa zona, è stato dell’11,56%.

Il fenomeno ha colpito anche la zona della Corona di Nord Ovest, ovvero la periferia che da sulle valli Olimpiche.

Se nel 2016 una famiglia qui poteva permettersi circa 100 metri quadri, oggi , nel giro di 6 anni, riuscirebbe ad acquistarne 111.

In alcune zone di Torino il potere d’acquisto si comporta in modo diverso

Nonostante possa sembrare che il potere d’acquisto aumenti solo nelle zone centrali e prestigiose di Torino e diminuisca in quelle più periferiche, non è esattamente così.

Un esempio è corso Dante, in piena zona San Salvario: qui, infatti, c’è stato un aumento corposo del 21,8%.

Infatti, se sei anni fa 67 metri quadri valevano 150 mila euro, oggi con quella cifra si può arrivare ad acquistarne oltre 81.

Altra zona “anomala” è quella della Spina 4, il cui potere d’acquisto ha subito una grande impennata.

Nella zona Docks Dora, infatti, si è passati dal poter acquistare 79,5 metri quadri a 97, con una crescita del 25,58%.

Cresce anche il potere di acquisto delle zone di San Donato (+10,31%) e Mirafiori Sud (+7,67%).

Un caso particolare è poi quello di corso Unità d’Italia, dove in sei anni il potere d’acquisto è rimasto lo stesso.

Con 150 mila euro, oggi come nel 2016, le famiglie possono permettersi di acquistare una superficie di 83,7 metri quadri.

Asja D’Arcangelo

7584

Related Articles

7584
Back to top button
Close
Close